pulizie ecologiche

Con quale frequenza lavate di solito le lenzuola e i cuscini, i materassi o i tappeti? La pulizia della casa è molto importante soprattutto perché aiuta a mantenere ciò che utilizziamo ogni giorno in buono stato più a lungo, se la effettuiamo con i metodi e i tempi corretti.

Non serve allarmarsi o essere maniaci delle pulizie, basta un minimo di organizzazione per vivere in una casa sempre pulita e ordinata senza fatica.

1) Lenzuola

Vi consigliamo di cambiare e lavare le lenzuola una volta alla settimana. C'è anche chi lo fa più spesso, ma questo ci sembra un buon compromesso. In questo modo potrete dormire sempre nel fresco e nel pulito, eliminare la polvere, i germi e le macchie. Insieme alle lenzuola lavate anche le federe e le traverse.

2) Pattumiere e bidoni

Le pattumiere e i bidoni sono tra gli oggetti che dovremmo ricordare di pulire più spesso. Il riferimento è soprattutto ai contenitori per la raccolta differenziata. Puliremo più spesso il bidone dell'umido. Se conservate il contenitore dell'umido in cucina, ricordate di risciacquarlo ogni volta che sostituite il sacchetto, soprattutto se sono rimasti dei residui sul fondo. Indicamente pulite bene il bidone dell'umido una o due volte al mese, ma più spesso se lo tenete in cucina, per evitare i cattivi odori (dipende anche dalla capienza del bidone o secchiello), e di tanto in tanto, in particolare al cambio del sacco, controllate anche gli altri bidoni.

3) Jeans

Se indossate i jeans solo una volta ogni tanto e non tutti i giorni potete prolungare le distanze tra i vari lavaggi anche di una o due settimane, in particolare se i vostri pantaloni non sono sporchi e se magari li indossate soltanto per un paio d'ore durante le uscite serali. Lavare i jeans solo al momento del bisogno significa preservare il denim e prolungarne la durata. Preferite l'acqua fredda e lavate i jeans al rovescio, dopo aver controllato che nelle tasche non sia rimasto nulla. Certo, se indossate i jeans ogni giorno e se rischiate spesso di macchiarli, i lavaggi saranno più frequenti.

4) Piastrelle

Ci riferiamo soprattutto alle pareti piastrellate della doccia, del bagno e della cucina, ma anche a qualsiasi altra superficie dello stesso genere della vostra casa. Fate attenzione soprattutto alle piastrelle vicino ai fornelli per eliminare eventuali macchie appena si formano. Se durante l'anno programmate tre o quattro pulizie profonde della casa, occupatevi a fondo anche della pulizia delle pareti piastrellate, indicativamente ogni tre o quattro mesi. Per pulire le piastrelle bastano acqua calda, un panno in microfibra e una spazzolina per la pulizia delle fughe, eventualmente con l'aiuto d bicarbonato, percarbonato o acqua ossigenata al 3%. Pilirete invece più spesso le pareti piastrellate della doccia per evitare che si formi il calcare.

5) Persiane

Ricordate di pulire bene le persiane sia all'interno che all'esterno (quando possibile, a seconda della posizione delle finestre) almeno una o due volte l'anno. La maggior parte della sporcizia si accumula all'esterno, mentre all'interno potreste trovare della polvere. Munitevi di tanta pazienza e se le vostre persiane presentano delle scanalatura, servitevi degli appositi attrezzi che si trovano in vendita nei negozi di bricolage, in modo da raggiungere i punti difficili.

7) Vetri

La pulizia dei vetri è molto importante per dare l'impressione di una casa linda e ordinata, ma non tutti hanno il tempo di prendersene cura quanto vorrebbero. Cercate di pulire più spesso i vetri che sono più interessati dalla sporcizia, a causa della pioggia o dell'inquinamento. L'ideale sarebbe pulirli una volta ogni due settimane.

8) Tappeti

I tappeti e i tappetini andrebbero puliti e lavati almeno una volta alla settimana, per evitare accumuli di polvere e di sporcizia. Per i tappeti più grandi e per quelli che non si possono lavare in lavatrice, usate l'aspirapolvere soprattutto se in famiglia qualcuno soffre di allergia, mentre potrete lavare proprio in lavatrice i tappetini in spugna e in cotone del bagno e della cucina, controllando bene le etichette per scegliere la temperatura adatta e per capire se potrete usare la centrifuga.

9) Materassi

Il materasso è fondamentale per dormire bene e per riposare al meglio. Anche i materassi hanno bisogno di una bella pulizia, che dovreste fare due volte all'anno. Appena potete comunque cercate di girare i materassi e di far prendere aria da entrambi i lati. Per la pulizia dei materassi vi potrebbe essere utile l'aspirapolvere, con cui pulire bene anche le doghe del letto. Per eliminare eventuali macchie, procedete con delicatezza utilizzando acqua e sapone.

10) Cuscini

Non dimenticate di lavare anche i cuscini del vostro letto, oltre ai materassi e alle lenzuola. Dovreste occuparvi dei cuscini ogni tre o sei mesi per eliminare la possibilità che si formino umidità e muffe. Li potrete lavare in lavatrice oppure, nel dubbio e se non avete spazio a sufficienza affinché possano asciugare come si deve, magari all'aria aperta, portateli in lavanderia.
Marta Albè

Per ulteriori consigli su come pulire casa senza detergenti chimici vi consigliamo il nostro libro "La mia casa ecopulita - Detersivi fai da te ecologici ed economici" (Gribaudo 2014). Lo trovate in tutte le librerie Feltrinelli al prezzo di 14,99 Euro. Potete approfittare dello sconto di lancio del 15% acquistando il libro online:

- sul sito di Feltrinelli

- Su Amazon

Leggi anche:

6 oggetti che dovremmo sempre ricordare di pulire

10 cose che non dovreste mai lavare in lavatrice

10 cose da non mettere mai in lavastoviglie

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

riso gallo

Riso Gallo

Riso Gallo Aroma: profumo esotico e sapore mediterraneo

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram