lavastoviglie

La lavastoviglie può essere una vera comodità nelle nostre case, soprattutto per quanto riguarda le famiglie numerose. Ma per non rischiare di rovinare pentole, bicchieri e utensili da cucina, e per proteggere la lavastoviglie stessa nel corso degli anni, meglio tenere conto di alcuni suggerimenti ben precisi.

Ecco alcune delle cose che sarebbe meglio non mettere mai in lavastoviglie e che dovreste dunque lavare a mano.

1) Cucchiai e utensili di legno

Cucchiai, taglieri e altri utensili di legno non sono adatti al lavaggio in lavastoviglie. Il contatto prolungato con l'acqua, per di più a temperature elevate, potrebbe rovinarli facilmente. Meglio lavarli sempre a mano e asciugarli subito dopo averli risciacquati. È utile esporre i taglieri al sole per fare in modo che non rimangano tracce d'acqua.

LEGGI anche: Taglieri e utensili di legno: come pulirli correttamente

2) Coltelli da cucina

I coltelli da cucina di dimensioni più grandi possono avere delle lame piuttosto delicate, che vorreste preservare. Meglio dunque lavarli a mano con delicatezza, dato che il contatto con i detersivi aggressivi e abrasivi utilizzati in lavastoviglie potrebbe rovinarli e creare dei graffi proprio sulle lame. Inoltre, i coltelli stessi potrebbero danneggiare inavvertitamente i cestelli della lavastoviglie.

3) Bicchieri di cristallo

I bicchieri di cristallo e i bicchieri lavorati a mano e decorati sono molto sensibili al calore, tanto che all'interno della lavastoviglie potrebbero rompersi. I detersivi aggressivi, inoltre, potrebbero rovinarli. Molto meglio lavarli a mano per una maggiore sicurezza e per ottenere risultati migliori. Asciugateli subito bene per evitare che rimangano aloni.

4) Padelle antiaderenti

In lavastoviglie le padelle con rivestimento antiaderente potrebbero rovinarsi e perdere parte dello strato che le ricopre e che permette ai cibi di non attaccarsi al fondo e di non bruciarsi durante la cottura. Inoltre, il contatto con altre stoviglie, con coltelli e posate, potrebbe graffiarle. Il consiglio è di lavarle a mano con una spugna morbida

5) Pentole e padelle di ferro

Non dovreste mai lavare i vostri utensili da cucina in ferro in lavastoviglie, compresi coltelli, pentole e padelle, poiché questo materiale tende ad ossidarsi facilmente a contatto con l'acqua e può arrugginirsi. Dopo il lavaggio a mano, si consiglia di asciugare subito e molto bene gli strumenti in ferro per proteggerli dal contatto con l'acqua.

6) Pentole e oggetti in rame

Le pentole, gli utensili e tutti gli oggetti in rame non sono adatti al lavaggio in lavastoviglie. Non si tratta soltanto di una questione di dimensioni, visto che alcuni recipienti di rame possono essere grandi e poco maneggevoli, ma soprattutto del pericolo che si rovinino a contatto con alte temperature e detersivi aggressivi. Per lucidare il rame basta qualche goccia di succo di limone.

7) Barattoli di latta

I barattoli di latta di legumi, mais e conserve e qualsiasi altro barattolo con etichetta non andrebbe mai lavato in lavastoviglie. Se volete conservare i barattoli di latta per il riciclo creativo, lavateli a mano. Il lavaggio in lavastoviglie potrebbe causare il distacco delle etichette che a loro volta rischierebbero di intasare la lavastoviglie.

8) Piatti e tazzine decorate

Lavate sempre con delicatezza i piatti del servizio buono e le tazzine decorate, così come tutti gli oggetti con bordi dorati o che sono stati dipinti a mano. Il lavaggio in lavastoviglie e i detergenti aggressivi potrebbero rovinare in modo irrimediabile le decorazioni. Dato che probabilmente sono oggetti a cui tenete molto, trattateli con la massima cura.

9) Pietra ollare

Per quanto riguarda pentole, piastre e altri strumenti da cucina in pietra ollare, meglio evitare la lavastoviglie e anche i detersivi per il lavaggio a mano. La pietra ollare è porosa e tenderebbe ad assorbire i prodotti per la pulizia. Dunque lasciatela raffreddare del tutto prima di passare al lavaggio e pulite semplicemente con un panno imbevuto d'acqua tiepida e con una spazzolina o con un raschietto.

10) Pentole in alluminio

A livello domestico le pentole in alluminio possono risultare difficili da pulire. Il problema è che il contatto con detergenti aggressivi durante il lavaggio in lavastoviglie potrebbe rovinarle. Meglio pulire le pentole in alluminio a mano con una spugna abrasiva. Se dovessero essere rimaste delle incrostazioni sul fondo, riempite le pentole d'acqua, lasciate riposare a lungo, anche per tutta la notte, e al mattino procedete al lavaggio a mano con un prodotto delicato, oppure accendete per qualche minuto la fiamma del fornello per favorire il distacco delle incrostazioni.

Avete altri suggerimenti utili in proposito?

Marta Albè

Leggi anche:

10 cose che sarebbe meglio non mettere mai in lavatrice

Brillantante fai-da-te all'acido citrico per la lavastoviglie

5 detersivi fai-da-te per la lavastoviglie

Per ulteriori suggerimenti su come pulire casa e fare il bucato senza prodotti dannosi per l'ambiente vi consigliamo il nostro libro "La mia casa ecopulita - Detersivi fai da te ecologici ed economici" (Gribaudo 2014). Lo trovate in tutte le librerie Feltrinelli al prezzo di 14,90 Euro. Potete approfittare dello sconto di lancio del 15% acquistando il libro online:

- Sul sito di Feltrinelli

- Su Amazon

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram