saponi antibatterici triclosan

I saponi antibatterici ci difendono davvero dalle infezioni? Sembra proprio di no. Anzi, ne aumenterebbero il rischio. Si tratta di quanto emerso da uno studio condotto dai ricercatori dell'Università del Michigan. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica dell'American Society For Microbiology.

L'attenzione degli esperti si è concentrata sull'azione del triclosan, una sostanza contenuta in molti saponi antibatterici. Secondo i risultati ottenuti dagli esperti, il triclosan contribuirebbe a promuovere la colonizzazione nasale da parte dello Staphylococcus aureus. Come sottolineano gli esperti, il triclosan è presente in vari prodotti per l'igiene personale, come detergenti e dentifrici, ma anche in disinfettanti usati a livello medico.

Tracce di triclosan, come contaminante, sono state rinvenute nell'ambiente e in alcuni fluidi umani, come l'urina e il latte materno. Lo Staphylococcus aureus è un agente patogeno che colonizza il naso e la gola di circa il 30% della popolazione. Si tratta di un fattore di rischio legato a numerose tipologie di infezione.

I ricercatori hanno dimostrato che il triclosan è presente comunemente nelle secrezioni nasali di soggetti adulti sani e che questa sostanza agisce favorendo la colonizzazione nasale da parte del batterio. Sottolineano inoltre che il triclosan viene utilizzato nei prodotti per l'igiene da oltre 40 anni e che i suoi effetti sulla salute umana non sono ancora stati approfonditi a sufficienza. Lo studio potrebbe inserirsi tra le ricerche tese a dimostrare gi effetti desiderati di un uso prolungato e incontrollato del triclosan per la salute e per l'ambiente.

Per individuare la presenza del triclosan nei prodotti per l'igiene è sufficiente leggere l'INCI e controllare bene le etichette. Si teme soprattutto che il triclosan possa contribuire allo sviluppo della resistenza dei batteri agli antibiotici, ad indebolire le funzioni muscolari e ad aggravare le allergie.

Triclosan

Per questo motivo gli Stati Uniti potrebbero presto mettere al bando il triclosan. Questa sostanza si trova al momento sotto osservazione in Europa. Il triclosan è già stato riconosciuto come pesticida e inquinante, ma il suo uso è ancora ammesso nei cosmetici e nei detergenti, purché si mantenga al di sotto di limiti ben precisi.

L'alternativa ai saponi antibatterici con triclosan? I disinfettanti per le mani homemade.

Marta Albè

Leggi anche:

Triclosan in detergenti e cosmetici presto al bando negli USA?

Saponi antibatterici: per la FDA potrebbero aumentare la resistenza

I consigli per scegliere il sapone sano e naturale

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram