Cremor tartaro: 10 straordinari usi alternativi

cremor tartaro

Il cremor tartaro, conosciuto anche come bitartrato di potassio, è una tipologia di lievito utilizzata per la preparazione dei dolci e in panificazione. Generalmente lo si abbina a piccole quantità di bicarbonato di sodio per favorire la produzione di anidride carbonica, che gonfierà l'impasto.

Il suo impiego è adatto alla preparazione casalinga di numerose ricette, in sostituzione del lievito vanigliato o del normale lievito per dolci. Il cremor tartaro e il lievito in polvere biologico al cremor tartaro si trovano in vendita nei negozi di prodotti biologici, online e in alcuni supermercati o farmacie. Il cremor tartaro naturale viene ricavato dall'uva. Questo ingrediente non è utile soltanto per la lievitazione. Ecco alcune interessanti idee per utilizzare il cremor tartaro in cucina, per le pulizie ecologiche, e non solo.

Lievito al cremor tartaro

1) Lievitazione di pane e dolci

È l'utilizzo principale del cremor tartaro. Una normale bustina di cremor tartaro è sufficiente per la lievitazione di impasti di torte e dolci, ma anche del pane, preparati con 500 grammi di farina. Per attivare la lievitazione, che avverrà durante la cottura, si consiglia di unire all'impasto 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio. Seguite le istruzioni in proposito riportate sulle confezioni.

2) Lievito fatto in casa

Per preparare in casa il vostro lievito istantaneo per dolci dovrete mescolare 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio, 2 cucchiai di cremor tartaro e 1 cucchiaio di amido di mais. Questo lievito si conserva per 6 mesi in un barattolino di vetro. Potete aumentare le dosi degli ingredienti, rispettando le proporzioni. Utilizzate 20 grammi di lievito fatto in casa ogni 500 grammi di farina.

Leggi anche: 50 fantastici usi alternativi del bicarbonato di sodio

Bucato

3) Ravvivare i capi bianchi

Il cremor tartaro è un ingrediente molto utile per ravvivare la luminosità dei capi bianchi che si sono ingrigiti. Prima di passare al normale lavaggio a mano o in lavatrice della vostra biancheria, lasciate in ammollo per tutto il giorno o per tutta la notte i capi da trattare, in acqua tiepida, aggiungendo 1 cucchiaino di cremor tartaro per ogni litro d'acqua.

4) Pretrattare le macchie

Pretrattare le macchie che si possono formare su abiti, tovaglie e tovaglioli è molto utile per ottenere un pulito perfetto dopo il normale lavaggio. Per pretrattare le macchie di unto, di cibo o provocate dalle bevande, applicate su di esse un composto formato con 1 cucchiaino di cremor tartaro e 1cucchiaino di detersivo liquido ecologico per i piatti o per il bucato. Lasciate agire il più possibile prima di passare al lavaggio.

Pulizie ecologiche

5) Pulizia del rame

Per una pulizia perfetta degli oggetti di rame potrete utilizzare del cremor tartaro abbinato a del succo di limone. Ad un cucchiaino di cremor tartaro aggiungete alcune gocce di succo di limone e mescolate per creare una crema pulente. Applicatela sulla spugna e passatela sulle superfici in rame. Quindi risciacquate e, se serve, lucidate strofinando una fettina di limone o la parte interna della buccia.

6) Piano cottura

Rimuovere le macchie dal piano cottura sarà molto più semplice grazie al cremor tartaro. Questo rimedio è efficace soprattutto in caso di macchie di tè nero, caffè, brodo o sugo che si siano asciugate vicino ai fornelli. Versate sulla spugna umida un cucchiaino di cremor tartaro insieme a qualche goccia d'acqua e strofinate per rimuovere le macchie.

7) Detergente non abrasivo

Ecco come ottenere un detergente non abrasivo, utile soprattutto per la pulizia delle superfici in ceramica, dei lavelli e dei sanitari in presenza di macchie. Mescolate 3 cucchiaini di cremor tartaro e 3 cucchiaini di aceto di vino bianco (vanno bene anche quantità superiori o inferiori, a seconda delle superfici da pulire). Applicate sulle macchie, lasciate agire per qualche minuto, strofinate e risciacquate con acqua e sapone.

8) Acciaio inossidabile

Il cremor tartaro è perfetto per la pulizia delle superfici in acciaio inossidabile dei lavelli, del bagno e della cucina. Per facilitare la loro pulizia, cospargete le eventuali macchie con un cucchiaino di cremor tartaro, lasciate agire per qualche minuto e strofinate con una spugna umida e qualche goccia di detersivo per i piatti ecologico.

9) Pulizia delle pentole

Per la pulizia delle vostre pentole in acciaio inossidabile o in alluminio ricorrete al cremor tartaro. È utile soprattutto per rimuovere più facilmente le macchie di unto e le incrostazioni che posssono essersi formate sul fondo dopo aver cucinato. Riempite la pentola con un litro di acqua bollente, aggiungete due cucchiai di cremor tartaro e lasciate in ammollo il più possibile prima di passare al lavaggio, oppure portate ad ebollizione e lasciate sobbollire per 10 minuti, in modo che i residui rimasti sul fondo si ammorbidiscano e si stacchino.

Bambini

10) Pasta da modellare

Con il cremor tartaro preparerete una fantastica pasta da modellare, tipo "didò", per i vostri bambini. Mescolate in una ciotola 2 bicchieri d'acqua, 2 bicchieri di farina, 1 bicchiere di sale fino, 1 cucchiaio d'olio d'oliva, 2 cucchiaini di cremor tartaro, qualche goccia di colorante per alimenti (oppure 1 cucchiaino di curcuma, di cacao o di cannella in polvere). Versate in un pentolino, riscaldate a fiamma media e mescolate fino ad ottenere un composto solido e omogeneo. Quando si raffredderà, lo potete lavorare con le mani per ammorbidirlo. Si conserva a lungo all'interno di contenitori di plastica sottovuoto.

Marta Albè

Fonte foto: webstaurantstore.com

Leggi anche:

- Tipi di lievito: quale utilizzare?
- Pasta madre: il lievito naturale fatto in casa
- Pasta madre senza glutine: come prepararla e come conservarla