Trucco di carnevale: attenzione alla pelle dei bambini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Carnevale, occhio al trucco! Se alla vigilia del martedì grasso state già pensando a come colorare i faccini tondi dei vostri bambini per la festa in maschera, fate attenzione. Il make up, specie se si tratta di trucchi non ipoallergenici, potrebbe danneggiare la pelle provocando arrossamenti, allergie e irritazioni.

A mettere in guardia sui rischi legati all’uso dei cosmetici sulla pelle dei più piccoli è stata la dottoressa May Chebl El Hachem, responsabile dell’Unità operativa di dermatologia dell’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma. Secondo il medico, per disegnare baffetti e nasini sul viso dei bimbi è meglio utilizzare prodotti ipoallergenici.

La dermatologa spiega a tal proposito: “Con il trucco la pelle dei bambini può andare incontro a sensibilizzazione e a conseguenti irritazioni che in genere non si verificano con l’utilizzo di prodotti ipoallergenici. Per evitare sprechi, poi, la mamma può sempre riutilizzarli“.

Oltre ad utilizzare prodotti ipoallergenici, il medico suggerisce di struccare accuratamente i bimbi al termine della festa utilizzando uno struccante e sciacquando abbondantamente il viso con acqua, per essere sicuri che sia completamente pulito.

Ma i trucchi della mamma non per forza sono l’unica soluzione. Esistono infatti dei prodotti naturali dedicati al make-up eco-biologico, presenti in alcuni negozi di prodotti naturali o erboristerie. Noi di GreenMe vi suggeriamo il fai-da-te, creando a casa i colori per un trucco sicuro e privo di sostanze tossiche.

Come? Utilizzando ingredienti naturali per creare varie tonalità, dal verde con la polvere di clorofilla al blu con la cera di soia e il burro di karitè. E per fare il rosso? Succo d’arancia, di pomodoro o barbietola sostituiranno degnamente fard e blush.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

Make-up Carnevale: come realizzare i vari colori per il viso in modo naturale

Carnevale: 10 parrucche fai-da-te

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook