@ Iakov Filimonov/123rf

Creme solari, quali sono le marche migliori e peggiori. Garnier Ambre Solaire e Piz Buin “insufficienti”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sta arrivando l’estate e saremo più esposti al sole, ecco perché dobbiamo munirci di una crema protettiva adatta alle nostre esigenze. Per aiutarci nella scelta di un prodotto che sia efficace ma allo stesso tempo privo di ingredienti controversi, è arrivato ora un nuovo test che ha confrontato 22 creme solari.

Prendere il sole fa bene ma dobbiamo farlo con prudenza, utilizzando sempre una crema solare adatta al nostro fototipo. Dato che si tratta di prodotti da spalmare sulla pelle e tenere a lungo, è importante scegliere opzioni efficaci e sicure, prive di sostanze potenzialmente pericolose.

Per capire quali sono i migliori prodotti in commercio, la rivista Öko-Test ha deciso di confrontare 22 creme solari con fattore di protezione 30, acquistate in supermercati, farmacie e negozi di prodotti naturali e biologici.

I risultati

Come avviene quasi sempre in questi test, le analisi di laboratorio hanno individuato alcune sostanze che sarebbe meglio non utilizzare sulla nostra pelle. 

In particolare si tratta di:

  • octocrylene, un filtro UV che può formare una sostanza ritenuta cancerogena (benzofenone) ed è considerato interferente endocrino.
  • etilesilmetossicinnamato, altro filtro UV che può interferire con il sistema ormonale
  • composti PEG, che possono rendere la pelle più permeabile alle sostanze estranee, e sono spesso usati nei cosmetici come emulsionanti.
  • composti organoalogeni: molti sono considerati allergenici e tutti si accumulano nell’ambiente. Non è chiaro tra l’altro da dove provengano, scrive la rivista, dato che nelle composizioni delle creme solari non sono indicati.   
  • composti di plastica: che sono stati trovati in 8 creme solari 

Proprio come aveva concluso l’Environmental Working Group (EWG), anche secondo gli esperti tedeschi, dovremmo prediligere creme solari con filtri minerali come ossido di zinco o biossido di titanio, quest’ultimo cancerogeno solo se inalato (dunque categoricamente evitare gli spray). Come si legge sulla rivista: “sono ancora la scelta migliore rispetto ai filtri chimici”.

Leggi anche: Creme solari, la lista delle più efficaci e sicure per adulti e bambini (e gli ingredienti pericolosi da evitare)

Ma veniamo alla classifica.

Le creme solari migliori e peggiori

Solo 4 creme solari (di cui 3 referenze tipiche del mercato tedesco) hanno ottenuto il punteggio massimo. Si tratta di:

  • Cien (Lidl)
  • Sun Dance Green
  • Alverde
  • Today

creme solari migliori okotest

@Okotest

creme solari migliori 2 okotest

@Okotest

creme solari migliori 3 okotest

@Okotest

Tra le creme che ottengono “buono” vi sono invece:

  • Lavera Sensitiv
  • Nivea Sun

Sufficiente” è stata valutata la crema Eucerin Sensitive.

A causa degli ingredienti discutibili, invece, gli esperti tedeschi sconsigliano l’acquisto di tre creme solari giudicate “insufficienti. Si tratta di:

  • Garnier Ambre Solaire 
  • Piz Buin
  • Cetaphil
creme solari peggiori okotest

@Okotest

Leggi tutti i nostri articoli sulle creme solari.

Fonte: Öko-Test

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook