@Mirzamlk /123rf.com

Acqua di riso: come prepararla e usarla per la bellezza dei tuoi capelli (e non solo)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’acqua di riso è ricca di benefici per i tuoi capelli. Scopriamo tutti i metodi per prepararla e utilizzarla per una chioma irresistibile

L’acqua di riso è uno dei rimedi naturali, ecologici e fai da te migliori per prendersi cura dei capelli.

Avere un occhio di riguardo al benessere della propria chioma, aiuta a prevenire diverse problematiche, come la caduta e il diradamento, ma aiuta anche a rendere la chioma più sana e luminosa.

Se non vuoi ricorrere ai classici prodotti che si trovano in commercio, ti consigliamo uno dei metodi naturali e fai da te perfetti per la salute dei capelli, stiamo parlando dell’acqua di cottura del riso.

Tutti i benefici dell’acqua di cottura del riso

L’acqua di cottura del riso ha tantissimi benefici per i capelli e, nonostante non vi siano prove scientifiche che dimostrino la sua efficacia, uno studio pubblicato sull’International Journal of Cosmetic Science ha sottolineato come l’amido presente nel riso agisca sul capello donando forza, elasticità e nutrimento.

Quindi, se la sua acqua di cottura viene applicata sulla chioma, si forma una sorta di rivestimento che va ad avvolgere le ciocche donando luminosità, idratazione e maggiore forza a tutta la struttura del capello.

Un altro componente importante che troviamo nell’acqua di riso è l’inositolo, ossia un carboidrato in grado di riparare e proteggere i capelli dalle radici alle punte; ma non è tutto, perché anche gli aminoacidi donano forza e contribuiscono ad aumentare il volume dei capelli, e mantenerli lucenti e lisci.

In più, il mix di vitamine A ed E e minerali può migliorare la struttura dei capelli, domare l’effetto crespo e mantenere la chioma sana.

L’acqua di cottura del riso è anche un ottimo rimedio contro le doppie punte. Come si usa? Basta immergere le ciocche nell’acqua di riso per 15-20 minuti almeno una volta a settimana. Inoltre, se usata regolarmente aiuta a combattere la forfora, può aiutare a impedire la diffusione dei funghi e persino rimuove e uccidere i pidocchi.

Leggi anche: Siero per capelli fai-da-te alle erbe

acqua di riso per doppie punte

@Sondem/123rf.com

Come preparare e usare l’acqua di riso per i capelli

L’acqua di riso si può usare in diversi modi sui capelli.

Scopriamo i principali.

Tecnica dell’ammollo

L’ammollo è il metodo più semplice e veloce per preparare l’acqua di riso. Tutto ciò di cui hai bisogno è riso crudo (va bene qualsiasi tipo), acqua, una ciotola, un colino e un flacone spray. (Puoi anche aggiungere oli essenziali per profumare e avere maggiori benefici.)

Procedimento:

  • Metti ½ tazza di riso crudo in una ciotola
  • Aggiungere 2-3 tazze di acqua calda
  • Lascialo in ammollo per circa 30 minuti nella ciotola prima di filtrare il riso
  • Versare l’acqua filtrata in un flacone spray (o in qualsiasi contenitore).

Applicalo sui capelli appena lavati, lascialo in posa da 5 a 10 minuti e poi risciacqua prima di usare il balsamo.

Ebollizione: acqua di cottura del riso

È simile all’ammollo, ma è coinvolto il calore. In pratica è l’acqua che rimane dopo che abbiamo cotto il riso e può essere utilizzata sui capelli. Tutto ciò di cui hai bisogno è riso crudo, acqua, una pentola, un colino e un flacone spray (o qualsiasi contenitore). (Leggi anche: Acqua di cottura o di risciacquo del riso: non la butterai mai più dopo aver scoperto questi modi per riutilizzarla )

Procedimento:

  • Metti ½ tazza di riso crudo nella pentola
  • Aggiungi più acqua del solito (circa 1 o 2 tazze)
  • Cuoci il riso a fuoco medio finché l’acqua non inizia a bollire
  • Puoi raccogliere l’acqua in eccesso sopra il riso o aspettare che il riso sia cotto e poi filtrare il liquido in un flacone spray
  • Se lo desideri, aggiungi qualche goccia di olio essenziale, come rosmarino, lavanda o camomilla

Usalo dopo lo shampoo, spruzzando l’acqua di riso sui capelli umidi. Lascia agire dai 5 ai 20 minuti, massaggiando il cuoio capelluto e poi risciacqua.

acqua di riso

@Heike Rau/123rf.com

Acqua di riso fermentata

Sebbene i primi due metodi siano facili ed efficienti, la fermentazione richiede un po ‘più di tempo e pazienza. La tecnica aiuta a ripristinare e bilanciare gli alti livelli di pH presenti nell’acqua di riso normale. L’acqua fermentata ha un’elevata quantità di antiossidanti, che aumentano le vitamine e i livelli di nutrienti, contribuendo a loro volta a proteggere e nutrire la chioma. (Leggi anche: Acqua di riso fermentata, usala così sui capelli ricci per averli sempre setosi e lucenti)

Procedimento:

  • Unisci il riso crudo e l’acqua tiepida in una ciotola (simile al metodo dell’ammollo)
  • Lascialo in ammollo per circa 30 minuti prima di filtrare il riso
  • Versare il liquido in un barattolo e lasciarlo a temperatura ambiente per 24 ore
  • Sposta il barattolo in frigorifero (in modo che non si rovini e non lasci una puzza) per un massimo di due o tre giorni
  • Trasferisci l’acqua di riso in un flacone spray
  • Aggiungere da 1 a 2 tazze di acqua calda e spruzzare sui capelli.

Indipendentemente dal metodo utilizzato, applicare l’acqua di riso una volta alla settimana per ottenere i migliori risultati.

Usi alternativi

L’acqua di riso fa bene non solo ai capelli; infatti, può essere usata anche come detergente per rassodare la pelle e migliorare la circolazione sanguigna proprio perché è ricca di antiossidanti naturali, aminoacidi essenziali e vitamine.

Ovviamente, è sempre opportuno rivolgersi al proprio medico prima di ricorrere ai metodi fai da te;  inoltre, in caso di diradamento dei capelli, è consigliabile effettuare una visita dermatologica in modo da avere una valutazione più specifica e approfondita del problema. 

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook