Coca-Cola sta per lanciare le bottiglie di carta per sostituire quelle di plastica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È stato presentato in autunno scorso il primo prototipo di bottiglia di carta (paper bottle) e ora Coca-Cola Company passerà dal laboratorio ai test del mercato per verificare la risposta dei consumatori. La prima verifica è prevista per l’estate 2021 in Ungheria.

Qui 2mila persone riceveranno la bevanda vegetale AdeZ in un prototipo di bottiglia da 250ml che consiste di fatto in un guscio di carta con un rivestimento e un tappo di plastica riciclabile.

La sperimentazione rappresenta un importante passo verso il nostro tentativo di sviluppare una bottiglia di carta – dice Daniela Zahariea, Director of Technical Supply Chain & Innovation di Coca‑Cola Europe. Le persone si aspettano che Coca‑Cola sviluppi e porti sul mercato packaging nuovi, innovativi e sostenibili. Ecco perché stiamo collaborando con esperti come Paboco, sperimentando apertamente e conducendo questo primo tentativo sul mercato. È un ulteriore passo verso la realizzazione degli obiettivi della nostra strategia World Without Waste”.

Il prototipo di prima generazione è stato messo in essere dal team di Ricerca e Sviluppo di Coca-Cola a Bruxelles e da The Paper Bottle Company (la Paboco appunto), una start up danese sostenuta da ALPLA e BillerudKorsnäs.

La tecnologia sviluppata da Paboco è progettata per creare bottiglie riciclabili al 100% da legno di provenienza sostenibile, con una barriera di materiale a base biologica in grado di resistere a liquidi, CO2 e ossigeno e adatta a bevande, ma anche a prodotti di bellezza. Lo scopo è creare una bottiglia che possa essere riciclata come carta.

Questo progetto sostiene gli obiettivi di Coca-Cola Company e del ‘World Without Waste’ di raccogliere e riciclare una bottiglia o una lattina per ogni bottiglia venduta entro il 2030, riducendo l’uso di materiali di imballaggio vergini e utilizzando solo materiali di imballaggio riciclabili al 100%.

Fonte: Coca Cola Company

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook