©Shutterstock/oatawa

Cashback di Natale: paga con la tua carta di credito e ottieni fino a 150€

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Bonus cashback, ormai ci siamo. Dall’8 dicembre partirà il nuovo sistema che incentiva chi acquista nei negozi fisici con bancomat e carte, evitando il contante. Si comincia col Bonus cashback di Natale. Vediamo cosa fare per ottenerlo.

Ormai da mesi si attende l’esordio del cosiddetto bonus bancomat o cashback, il rimborso di Stato che premia i pagamenti diversi dal contante. L’8 dicembre partirà la fase sperimentale durante la quale si potranno ottenere 150 euro su una spesa di 1500, ossia il 10%. Tale cifra verrà restituita automaticamente ai cittadini sul loro conto corrente.

Il decreto, dopo l’ok ricevuto in settimana dal Garante della Privacy, è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il 28 novembre. Ieri il Governo ha ulteriormente ribadito che la data di inizio della fase sperimentale “natalizia” sarà l’8 dicembre.

Cos’è il cashback (o cashless)

Si tratta di un’iniziativa messa in campo dal Governo e volta a incentivare i pagamenti non in contante attraverso un sistema di restituzione di una percentuale di quanto pagato con le carte ( carte di credito, carte di debito, bancomat e Satispay) nell’arco dell’anno. Una misura che si inserisce in un contesto più ampio di lotta al contante prevista, tra gli altri, anche dal decreto Agosto convertito in legge il 14 ottobre 2020. Tale percentuale sarà pari al 10% di tutte le spese effettuate durante l’anno con le carte. Il regolamento prevede una spesa massima di 3.000 euro in un anno e che si facciano almeno 50 operazioni cashless a semestre. In questo modo ogni cittadino potrà ottenere 300 euro.

“Con il cashback, a partire dal 1 gennaio 2021, si ottiene il rimborso del 10% sull’importo degli acquisti effettuati con carte o app di pagamento in negozi, bar, risoranti, supermercati, grande distribuzione, artigiani e professionisti. Non c’è un importo minimo di spesa ed è possibile ottenere rimborsi fino a 300 euro l’anno. Ogni 6 mesi, se si effetuano un minimo di 50 pagamenti si riceverà il 10% dell’importo speso, fino ad un massimo di 150 euro di rimborso complessivo. Il rimborso massimo per singola transazione è di 15 Euro” spiega il Governo.

Cos’è il bonus cashback di Natale

Il sistema, come anticipato, partirà in via sperimentale col cosiddetto bonus cashback di Natale, dall’8 dicembre, ma bisognerà fare almeno 10 operazioni cashless per ottenere il 10% di rimborso, fino a un massimo di 1.500 euro. Di conseguenza, si potranno ricevere 150€ già entro l’anno.

Poi da gennaio 2021 partirà il bonus ufficiale dei 3000 euro, a cui non concorreranno le spese fatte a dicembre per le quali è già stato ottenuto il rimborso.

Come richiedere il bonus cashback e per quali acquisti

Per partecipare sarà necessario iscriversi con la propria Spid o con la carta d’identità elettronica a IO.it, l’app di PagoPA da molti già usata per il bonus vacanze, oppure dai sistemi che saranno messi a disposizione da banche e istituti di pagamento convenzionati con PagoPA. Tali sistemi alternativi a PagoPA non sono ancora stati resi noti.

Durante la registrazione sull’app IO.it, oltre al proprio codice fiscale, si dovranno indicare gli strumenti di pagamento elettronici utilizzati, ossia le carte. Infine si dovrà anche comunicare l’Iban su cui verrà poi accreditato il rimborso. PagoPA metterà a disposizione anche un servizio di assistenza che aiuterà gli utenti nella registrazione all’app IO.it.

Quali tipologie di spesa sono ammesse

Il cashback riguarderà qualsiasi tipologia di spesa pagata in modalità elettronica, dai generi alimentari ai capi di abbigliamento, dalle spese mediche ai ristoranti. Fanno eccezione gli acquisti online. Una soluzione pensata per favorire gli acquisti nei negozi fisici. In ogni caso, il decreto ha stabilito che ogni operazione non potrà superare i 150 euro. Ciò farà sì che per ogni singola operazione il consumatore potrà ottenere un rimborso di massimo 15 euro.

Quando ottenere i rimborsi

Una volta avviato il sistema, ci saranno vari momenti per ottenere i rimborsi che scatteranno con un minimo di 50 operazioni a semestre. Le date previste sono: luglio 2021, gennaio 2022 e luglio 2022.

C’è anche il Cashback speciale o supercashback

In aggiunta al cashback ordinario si affiancherà un sistema extra, pari a 1.500 euro, che sarà destinato solo ai primi centomila consumatori che effettueranno più transazioni senza contante. In altre parole, si tratta di un rimborso di 3.000 euro che verrà riconosciuto ogni semestre per 1.500 euro, in aggiunta al cashback standard ai primi 100.000 registrati che abbiano effettuato il maggior numero di operazioni cashless, con il vincolo di averne compiute almeno 50 nel corso dell’anno.

I nostri consigli

Se ancora non ne siete in possesso, in attesa che venga avviata la fase sperimentale l’8 dicembre richiedete la vostra identità SPID e scaricate l’app IO.it. Al momento sull’app IO.it non è possibile caricare nulla, ma molto probabilmente nel corso delle prossime settimane sarà possibile farlo.

Fonti di riferimento: Governo, Gazzetta Ufficiale, Dl Agosto/GU

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook