Water Footprint: i 10 cibi che consumano più acqua

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Qual è l’impronta idrica dei cibi che portiamo normalmente sulle nostre tavole? Si tratta di un dato molto importante, che non troviamo mai riportato in etichetta. L’impronta idrica indica il volume di acqua necessario per realizzare un prodotto a livello industriale, tenendo conto sia dell’acqua effettivamente utilizzata che dell’acqua inquinata nei diversi processi produttivi.

Non stupisce che ai primi posti della classifica si trovino la carne bovina e la carne suina, un dato che ci fa riflettere ancora una volta sul forte impatto ambientale degli allevamenti. Al secondo posto, subito dopo la carne di maiale, ecco il tè verde. Quando berremo una tazza di tè, ora saremo consapevoli che per ricavare il prodotto sono necessari migliaia di litri d’acqua.

L’acqua potabile diventa un vero e proprio oro blu, a cui l’industria alimentare attinge sempre più per garantire una produzione continua. Basta pensare ai Paesi in via di sviluppo, in cui l’accesso all’acqua potabile è difficoltoso, se non quasi assente, per capire che è giunto il momento di chiedere al settore alimentare di contenere consumi e sprechi.

Ecco la classifica dei cibi che consumano più acqua secondo i dati di Water Footprint Network.

Carne bovina

Per produrre 1 chilo di carne bovina occorrono ben 15400 litri d’acqua.

impronta idrica carne bovina

Tè verde

L’impronta idrica più alta è quella del tè, che richiede 8.860 litri d’acqua per produrne 1 chilo. E per ogni bustina che contiene circa 3 grammi di foglioline, vengono consumati circa 30 litri d’acqua, secondo i dati trasmessi da Water Footprint Network.

Carne suina

Per la produzione di 1 chilo di carne di maiale vengono utilizzati ben 6000 litri d’acqua.

Riso

Per produrre 1 chilo di riso servono 2500 litri d’acqua.

impronta idrica riso

Zucchero di canna

Per produrre 1 chilo di zucchero di canna sono necessari 1800 litri d’acqua.

impronta idrica zucchero di canna

Pane

Per produrre 1 chilo di pane occorrono 1600 litri d’acqua.

impronta idrica pane

Orzo

Per ottenere 1 chilo d’orzo servono 1420 litri d’acqua.

Mele

Per produrre una sola mela occorrono ben 125 litri d’acqua, che salgono a 1140 litri d’acqua a confezione per quanto riguarda il succo di mela.

Latte

Sembra incredibile, ma per produrre 1 solo litro di latte servono 1000 litri d’acqua.

impronta idrica latte

Vino

Per il vino l’impronta idrica è di 610 litri d’acqua per chilo, dunque un solo bicchiere consuma ben 110 litri d’acqua.

Marta Albè

Fonte foto: waterfootprint.org

Leggi anche:

I 10 cibi più inquinanti importati dall’estero
Veleni nel piatto: i 10 cibi di importazione più contaminati
I 12 alimenti con più pesticidi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook