Trump: ‘Per avere capelli perfetti nella doccia serve più acqua’. Governo pronto ad aumentare la pressione dai rubinetti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nella doccia per avere capelli perfetti, secondo il presidente americano Donald Trump, serve più acqua. Una frase che detta così, potrebbe anche far sorridere se non fosse che, dopo questa dichiarazione, il Governo americano ha proposto nuovi standard nazionali per permettere un flusso di acqua più abbondante dalle docce.

E così, mentre gli Stati Uniti sono in piena pandemia, mentre gli scienziati avvertono che se non si frena il depauperamento delle risorse, ci saranno gravi conseguenze per il Pianeta, il dipartimento dell’Energia ha come priorità quella di farsi uno shampoo più lungo per avere capelli perfetti.

Come spiega la CNN, dagli anni Novanta, le leggi federali hanno imposto che i soffioni della doccia non dovrebbero emettere più di 2,5 litri di acqua al minuto in totale, al fine di preservare le risorse. Con questa nuova proposta, non ci sarebbe più questo limite perché ogni singolo filtro del soffione potrebbe arrivare a spruzzare singolarmente quei famosi 2,5 litri al minuto.
Il tutto era partito dalle lamentele del presidente Trump che durante un evento pubblico in una fabbrica dell’Ohio, si era lamentato dello scarso flusso della doccia.

“Arrivate in una nuova casa, aprite il rubinetto e non viene acqua. Aprite la doccia e se siete come me, non potete lavare per bene i vostri bei capelli”, si è lamentato Trump.”Bisogna sciacquarsi 10 o 15 volte invece di una volta sola. Non so voi, ma i miei capelli devono essere perfetti”.

Che i capelli del presidente siano da anni nel mirino non è certo una novità, ma finché piacciono a lui e non sono causa di proposte alquanto fantasiose, nulla da dire. Ma qui, il problema è reale. Finora gli americani hanno risparmiato sia in termini economici che di impatto ambientale. “Non è assolutamente necessario modificare gli attuali standard dei soffioni”, ha affermato David Friedman, vicepresidente di Consumer Reports.

“Grazie agli standard, i consumatori hanno soffioni che producono buoni risultati e soddisfano i clienti, riducendo il consumo di energia e acqua”.

Parole condivise anche da Andrew deLaski, direttore esecutivo dell’Appliance Standards Awareness Project. “I nuovi soffioni doccia multi-ugello non solo sprecherebbero inutilmente l’acqua, aggravando le carenze causate dalla siccità, ma aumenterebbero anche l’inquinamento da carbonio che ha peggiorato la siccità a lungo termine. Nessuno trae vantaggio da questo espediente”.

Il tutto succede mentre, ricordiamolo, i Navajo non hanno accesso all’acqua potabile e che devono percorrere decine di chilometri anche solo per bere.

Di dichiarazioni fantasiose ne abbiamo sentite tante, ma in qualche modo promuovevano il risparmio idrico, dall’ex ministro dell’Ambiente Clini che dichiarava di cambiarsi le mutande ogni quattro giorni e invitava a lavarsi meno fino alla bellissima modella Gisele Bundchen che per contribuire attivamente a salvare il Pianeta ha spiegato di avere l’abitudine di fare la pipì sotto la doccia. Le parole di Trump come sempre vanno in contro tendenza e non vanno certo a incentivare comportamenti più sostenibili e rispettosi dell’ambiente.

Fonte: CNN

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Quercetti

Questi giocattoli sono riciclabili e organici: stimolano la fantasia e insegnano a rispettare l’ambiente

Schär

Quando il senza glutine incontra il biologico: nasce la linea Schär BIO

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook