@ Alina Kruk/Shutterstock

A che temperatura dovresti bere l’acqua per aumentarne i benefici (e la perdita di peso?)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Scopri a quale temperatura sarebbe meglio bere acqua per amplificarne i benefici. Sicuramente fredda non è l’opzione più salutare

Ormai lo sappiamo, è importantissimo bere molta acqua nel corso della giornata per idratare al meglio il nostro organismo. Ma che temperatura deve avere questa acqua? La risposta è dipende, anche se nella maggior parte delle situazioni si consiglia di bere acqua non troppo fredda, tiepida o addirittura calda.

Prestare attenzione alla temperatura dell’acqua può sembrare un dettaglio poco importante quando il problema più grande è bere, cosa che non sempre facciamo a sufficienza. Invece dovremmo iniziare a tenere seriamente in considerazione anche questo aspetto.

Le temperature variabili dell’acqua che beviamo possono, infatti, avere benefici per la salute significativamente diversi.  E la temperatura da scegliere può variare anche in base ai diversi momenti della giornata in cui la assumiamo o all’effetto che vogliamo ottenere.

Ad esempio, mentre una tazza di acqua calda come prima cosa al mattino per iniziare la giornata fa bene al risveglio dell’apparato digerente, un bicchiere d’acqua fredda dopo un allenamento in cui si è sudato viene utilizzato da alcuni atleti come un sistema per aiutare la temperatura interna a raffreddarsi ripristinando l’equilibrio. (Leggi anche: I vantaggi di bere acqua calda e come prepararla (VIDEO))

Già nell’antica medicina tradizionale cinese, la temperatura dell’acqua è stata usata come un modo per aiutare il corpo a guarire, recuperare e combattere le infezioni, e le pratiche ayurvediche indiane hanno da tempo dimostrato che la temperatura, la velocità e persino se noi siamo seduti o meno mentre sorseggiamo l’acqua sono variabili importanti da considerare.

Acqua tiepida o calda è la scelta migliore

La temperatura dell’acqua è fondamentale dato che il caldo e il freddo influiscono in modo diverso sul corpo. Generalmente comunque la scienza ritiene che bere acqua a temperatura ambiente, o acqua calda, sia la scelta migliore per reidratare le cellule.

Durante una giornata di normale attività possiamo scegliere un’acqua non troppo fredda, tra i 10° e i 20°, che permette all’organismo di reidratarsi più velocemente. La teoria secondo cui bere acqua fredda ti aiuta a bruciare più calorie (poiché il tuo corpo deve lavorare per riscaldare l’acqua per assorbirla) è stata ampiamente sfatata.

Secondo le pratiche ayurvediche, bere acqua a temperatura ambiente o acqua calda può aiutare la digestione e persino favorire la perdita di peso, ne è convinto il dottor Akhilesh Sharma, esperto ayurvedico. Il suo consiglio è proprio quello di evitare l’acqua fredda poiché interrompe la digestione e restringe il flusso sanguigno agli organi.

Bere acqua tiepida può quindi aiutare la digestione e promuovere la perdita di peso, almeno secondo l’Ayurveda.

Anche la medicina cinese ritiene molto benefica l’acqua calda, in grado di aiutare il corpo a raggiungere l’equilibrio, promuovere la circolazione e liberarsi dalle tossine attraverso i suoi filtri naturali: i reni e il fegato.

La temperatura non è importante per migliorare l’umore

Uno studio di qualche anno fa suggerisce che bere una quantità adeguata di acqua può aiutare a migliorare l’umore durante il giorno. È stato evidenziato infatti che la disidratazione aveva effetti negativi sul vigore, sugli affetti legati alla stima, sulla memoria a breve termine e sull’attenzione. Tutto questi parametri sono decisamente migliorati dopo aver bevuto.

Quindi, se ti senti particolarmente irritato, bevi un bel bicchiere d’acqua (di qualsiasi temperatura essa sia) e fai dei lunghi e profondi respiri.

Quanta acqua bisogna bere?

Indipendentemente dalla temperatura, spesso la maggior parte delle persone non beve abbastanza acqua. Ma quanta dovremmo berne? Generalmente si dice 1,5 litri o 2 litri ma esiste una formula, del tutto indicativa (perché anche altre sarebbero le variati da considerare), per capire di quanta acqua abbiamo a disposizione a seconda del nostro peso:

  • 30 ml x kg di peso corporeo = ml al giorno

Chi fa esercizio fisico per un’ora o più deve aggiungere mezzo litro d’acqua che diventa un litro o un litro e mezzo se si tratta di esercizi ad alta o estrema intensità.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook