A Londra fontanelle e chioschi pubblici per ridurre l’acqua in bottiglia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Londra dichiara guerra alle bottiglie di plastica sfruttando le fontanelle pubbliche. L’acqua del sindaco potrebbe sbarcare anche nella capitale britannica. Presto però le antiche fontanelle potrebbero tornare a nuova vita, facendo sgorgare acqua potabile, adatta al consumo umano, riducendo l’acquisto di bottiglie di plastica e di conseguenza il loro riciclo e smaltimento.

Nel tentativo di frenare lo spreco associato il consumo di acqua in bottiglia, il sindaco di Londra Sadiq Khan ha espresso la volontà di riavviare la vasta rete di fontanelle pubbliche e stazioni di ricarica delle bottiglie di acqua in tutta la città.

“Il sindaco vuole ottenere una riduzione del numero di bottiglie e bicchieri di plastica monouso nella capitale e ha chiesto ai funzionari della città di esaminare la fattibilità di un progetto pilota insieme ad altri interventiha detto un portavoce di Khan al Guardian. “Sadiq aiuterà i vari municipi a individuare i luoghi adatti per le fontanelle di acqua e le stazioni di rifornimento delle bottiglie in spazi pubblici nuovi o ristrutturati, come centri urbani, centri commerciali, parchi e piazze”.

Oltre a installare nuove fontane e punti di ricarica, Kahn vuole dunque coinvolgere i londinesi e i turisti assetati che potrebbero così avere sempre a disposizione acqua gratis invece di acquistarla.

L’iniziativa si ispirata a Refill, una campagna di successo lanciata a Bristol nel 2015 quando era Capitale verde europea. Da allora si è diffusa in altre città inglesi e ancora di più nell’Europa continentale.

Anche il Ministro dell’ambiente Michael Gove ha confermato che un maggiore accesso alle fontanelle in tutto il paese sarà una delle soluzioni del governo per ridurre i rifiuti di plastica.

Una volta, le fontanelle erano molto più abbondanti rispetto a oggi. Considerando la situazione di Londra, vi sono grandi differenze tra il centro e la periferia. Secondo i dati raccolti dal quotidiano britannico, il borgo di Lambeth ha 25 fontanelle attorno ai suoi parchi e spazi aperti, ma molti altri, tra cui Sutton, Enfield e Haringey, non ne hanno. In generale, i 32 borghi municipali di Londra hanno 111 fontanelle e stazioni di ricarica accessibili al pubblico.

Adesso bisogna capire se davvero il sindaco Khan e il Ministro Gove porteranno avanti questo progetto. Anche il predecessore Boris Johnson nel 2008 aveva annunciato “una nuova era per le fontanelle pubbliche“.

LEGGI anche:

Un ritorno al passato che fa bene al futuro.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook