eco_showerC'è chi ama tuffarsi nella doccia al mattino, per svegliarsi e darsi la carica, e chi invece si lascia andare sotto il getto d'acqua di sera, magari prima di andare a dormire o per rilassarsi dopo un'intensa giornata di lavoro. In ogni caso, mattutina o serale, calda o tiepida che sia, il nostro personale benessere ha un rovescio della medaglia: il prezzo da pagare per la nostra doccia, infatti, è un notevole dispendio di acqua e di energia. E allora, cosa si può fare per evitare gli sprechi e contenere i consumi? Dopo Green Shower, ecco arrivare in nostro soccorso un nuovo concept: Eco Shower, una doccia ecologica ed autosufficiente.

La proposta è recentemente apparsa su Yanko Design ed è firmata da Paul Frigout, designer industriale. Eco Shower ha, almeno sulla carta e nelle intenzioni del suo autore, la duplice funzione di "riciclare" l'acqua e di risparmiare energia elettrica. Come? Attraverso alcuni piccoli accorgimenti. Ad esempio, il sistema dovrebbe generare energia attraverso una turbina integrata nella parte alta della doccia: la turbina entra in funzione nel momento stesso in cui si gira la manopola, grazie alla pressione all'interno dei tubi, e produce l'energia necessaria per riscaldare l'acqua, consentendoci di lavarci alla temperatura che preferiamo.

La base della doccia (in vetro e cemento riciclati IceStone, anziché nella molto meno ecosostenibile ceramica) è invece composta da tanti piccoli blocchi cilindrici che, quando vengono calpestati, azionano una specie di sistema di pompaggio, facendo in modo che, di passo in passo, l'acqua percorra le tubature e salga dal basso verso l'alto. Insomma, chi utilizza Eco Shower si troverebbe nella condizione di "ballare" sotto la doccia, alimentando il getto dell'acqua con il proprio movimento. Nell'idea del designer, per rendere questo "balletto" ancora più efficace il sistema dovrebbe essere perfezionato in modo da regolare il flusso dell'acqua sulla base del peso di chi lo utilizza.

eco_shower_1

Eco Shower è di certo un'intuizione originale e innovativa, che nasce dalle migliori intenzioni: risparmiare un bene prezioso come l'acqua, che scarseggia in molti angoli del mondo, e, nello stesso tempo, produrre energia, risparmiando sui costi del riscaldamento. Il tutto attraverso il semplice movimento del corpo umano. Non è chiaro però quanto Eco Shower possa essere utilizzabile nella vita reale: quanta energia si possa davvero produrre attraverso la turbina o calpestando la base in vetro e cemento della doccia, e se questa quantità di energia possa essere sufficiente a far funzionare il sistema e a renderlo efficiente. Al momento, in assenza di studi, sperimentazioni, dati e cifre, Eco Shower è soltanto una bella idea di design: per sapere se abbiamo di fronte una soluzione davvero utile ed ecosostenibile, bisogna attendere che si arrivi almeno ad un prototipo.

Lisa Vagnozzi


geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram