Patto di sostenibilità tra amministratori e studenti

È stato sottoscritto il 21 gennaio 2010 il “Patto con gli studenti per un futuro sostenibile“, frutto delle riflessioni emerse nel corso della prima Conferenza Junior sull’Ambiente in Toscana “Giovani Cittadini Attivi per l’Ambiente“, tenutasi a Firenze lo scorso 29 ottobre nella cornice di Dire e Fare / SottoVENTI.

In tale occasione 73 ragazzi di istituti superiori toscani sono stati protagonisti: invitati a riflettere sulla sostenibilità sociale, economica e ambientale, hanno poi formulato quesiti agli amministratori regionali e locali presenti. Gli interessanti spunti emersi, evidentemente frutto di una consapevolezza già maturata dagli studenti, sono stati poi rielaborati nel “Patto” quale invito ai loro amministratori ad impegnarsi con costanza e tenacia con “politiche a sostegno di:

  • un ambiente sano, salvaguardato e valorizzato, in coerenza con il principio di precauzione e di eco-efficienza,
  • una società che offra servizi ai cittadini e qualità delle condizioni di vita e di salute, e stimoli la diffusione delle conoscenze, delle tradizioni e delle identità locali anche attraverso la partecipazione attiva dei cittadini,
  • una economia trasparente e responsabile, consapevole dei propri impatti sul territorio e della capacità dell’ambiente di rigenerarsi, che stimoli la diffusione dei saperi e delle tradizioni in maniera innovativa, privilegiando le aziende virtuose e i prodotti locali“.

Gli studenti hanno espresso il desiderio che “questi valori divengano radicati grazie alla diffusione di una cultura di rispetto e di attenzione per il mondo di cui facciamo parte”, confidando che Regione ed Enti Locali “realizzino attività per la diffusione dell’informazione ambientale, della conoscenza del territorio e delle sue problematiche presso tutta la collettività e assicurino alla Scuola gli strumenti necessari per svolgere le attività di Educazione Ambientale“.

Da parte nostra – concludono i ragazzi nel Patto – noi giovani cittadini ci impegniamo ad adottare comportamenti quotidiani responsabili, a fare scelte consapevoli per ridurre la nostra impronta ecologica, a divulgare e stimolare una coscienza ecologica e a realizzare, ciascuno nel proprio piccolo, azioni concrete, anche attraverso una partecipazione attiva ai processi di sviluppo locale“.

Il patto di sostenibilità è stato sottoscritto da una piccola rappresentanza di studenti toscani, dagli assessori regionali Anna Rita Bramerini e Marco Betti, e dagli assessori Renzo Crescioli della Provincia di Firenze e Barbara Giannini del Comune di Ponsacco, che ne hanno riconosciuto il valore e la significatività per un cambiamento culturale, come risulta anche dal comunicato stampa della Regione:

http://www.regione.toscana.it/regione/export/RT/sito-RT/Contenuti/sezioni/ambiente_territorio/sviluppo_sostenibile/visualizza_asset.html_1941910093.html

‘E auspicabile che tutte le amministrazioni toscane vogliano aderire al Patto con gli studenti e darne massima diffusione.

Ufficio Stampa Contesti e Cambiamenti

Direttore responsabile ed editoriale di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa. In greenMe ha trovato il modo di dare sfogo alla sua "natura" più vera.
Coop

Natale Green, dal menù ai regali, dalle decorazioni alla tavola, la guida per le feste

Hello Fish!

Preservare i nostri mari un passo alla volta, a partire dalla stagionalità del pesce

Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Coop

Mini-muffin al cioccolato serviti e cotti nella buccia di clementine

Seguici su Instagram
seguici su Facebook