Da General Electric una venture capitale da 160 mln di euro per progetti innovativi di smart grid

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Monaco, 15 luglio 2010 Oggi General Electric ha annunciato la creazione di un fondo di venture capital da 160 milioni di euro (200 milioni di dollari) per il finanziamento dei progetti d’impresa e delle idee più nuove nel campo della creazione, distribuzione e utilizzo di energia: il fondo andrà a finanziare i progetti più innovativi presentati da ricercatori e aziende selezionati nell’ambito di una competizione globale.

Il progetto è stato lanciato oggi per l’Europa presso il Global Research Center di GE a Monaco, da Nani Beccalli Falco, Presidente e CEO di GE International, che ha sottolineato l’impegno del Gruppo nella creazione di nuove tecnologie per l’energia pulita attraverso collaborazioni e partnership tra il settore pubblico e quello privato.

GE punta a incentivare lo sviluppo di idee e progetti d’impresa per realizzare reti elettriche intelligenti, più pulite e più efficienti (smart grid) , facendo così fronte a una delle maggiori sfide a livello mondiale.

Il fondo di Venture Capital, lanciato in collaborazione con le grandi società di partecipazione Emerald Technology Ventures, Foundation Capital, Kleiner Perkins Caufield & Byer and RockPort Capital e Science Business, è parte di ecomagination, progetto di business di GE per lo sviluppo di tecnologie innovative basate sull’energia pulita.

Tre le categorie in cui è suddivisa la competizione: energie rinnovabili, smart grid e edifici ecologici. I candidati che verranno selezionati avranno l’opportunità di avvalersi del supporto di GE attraverso:

Investimento: il fondo da 160 milioni di euro messo a disposizione da GE e dai suoi partner sarà investito in promettenti start-up e idee a livello globale

Selezione: valutazione delle strategie commerciali dei candidati attraverso discussioni approfondite con il team tecnico e il team commerciale di GE

Distribuzione: ricerca delle opportunità di partnership con GE per crescere a livello commerciale raggiungendo così una dimensione globale

Sviluppo: utilizzo delle infrastrutture tecniche e dei centri di ricerca di GE per accelerare lo sviluppo di tecnologie e prodotti

Crescita: studio delle opportunità per sfruttare le relazioni con gli attuali clienti GE per la strategia “go-to-market”

Fin da ora singoli imprenditori e start up possono inviare la propria candidatura sul sito www.ecomagination.com/challenge.

Con questo progetto, GE si propone come catalizzatore per promuovere la nascita di nuove tecnologie che condurranno lo sviluppo verso un’economia più pulita, più intelligente e più efficiente. La sfida che ci troviamo ad affrontare qui in Europa e a livello mondiale è quella di incentivare e promuovere la nascita di innovazioni a bassa emissione di anidride carbonica. Lanciando questa iniziativa GE è consapevole della necessità di sbloccare il potenziale già esistente, sia sovvenzionando nuove proposte e imprenditori nel settore delle smart grid, sia mettendo a disposizione l’esperienza commerciale di GE per trasformare le grandi idee in soluzioni concrete e reali” ha affermato Nani Beccalli Falco. “Le innovazioni a bassa emissione di anidride carbonica diventeranno realtà soltanto se il settore pubblico e quello privato inizieranno a collaborare. Credo sarà l’innovazione a trainare la prossima fase di crescita e di sviluppo in Europa e che noi, con le condizioni necessarie, potremo confermarci come un punto di riferimento” ha aggiunto.

Il responsabile dell’iniziativa ecomagination per l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa di GE, Horst-Tore Land, ha affermato durante il suo intervento a Monaco di Baviera: “Attraverso l’iniziativa ecomagination, GE si impegna a portare sul mercato soluzioni per un’energia più efficiente. Oggi stiamo espandendo ecomagination per collaborare con i migliori ricercatori e imprenditori del mondo. Lavorando insieme potremo far fronte alle sfide del settore energetico sia in termini di fornitura che di domanda.”

In Europa GE lavora in partnership con Science|Business (www.sciencebusiness.net), società con sede a Londra e a Bruxelles che promuove le candidature dei migliori ricercatori e inventori europei. I candidati europei potranno partecipare anche al premio per le imprese accademiche (ACES), una competizione annuale dedicata alle società spin-off universitarie che vengono giudicate dalla commissione per le tecnologie innovative di Science|Business.

Ufficio stampa General Electric

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Direttore responsabile ed editoriale di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa. In greenMe ha trovato il modo di dare sfogo alla sua "natura" più vera.
Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook