Referendum 12-13 giugno 2011: al via il presidio permanente davanti a Montecitorio

Al via oggi pomeriggio, dalle 15, il presidio permanente davanti a Montecitorio a difesa della democrazia, del diritto al voto e all’informazione. L’iniziativa è organizzata dai Comitati referendari “Vota Sì per Fermare il Nucleare” e “2 sì per l’Acqua Bene Comune” contro il decreto Omnibus, in discussione alla Camera.

Una norma che prende in giro gli italiani con un finto addio al programma atomico e punta a cancellare il quesito sul nucleare sottraendo ai cittadini il diritto a scegliere sul loro futuro”. Allo stesso modo “il governo sta tentando di depotenziare i referendum sull’acqua, proponendo la creazione di fantomatiche autorità garanti”.

La mobilitazione, che verrà replicata nell’intera giornata di domani, vuole altresì richiamare l’attenzione sulla “necessità di garantire il diritto ad una corretta ed adeguata informazione rispetto alla scadenza referendaria”. I due comitati denunciano, infatti, “la censura che ha colpito i referendum e il silenzio quasi assoluto della tv pubblica”, e chiedono sia data ampia visibilità all’appuntamento elettorale del 12 e 13 giugno.

Si allega appello alla mobilitazione:

PRESIDIO PERMANENTE

PER I REFERENDUM E LA DEMOCRAZIA

23 – 24 maggio

Roma / Piazza Montecitorio

Prima hanno impedito che i referendum si tenessero insieme alle amministrative, sprecando 400 mln di euro. Poi hanno rinviato l’approvazione del regolamento per la RAI di un mese ed hanno messo in atto una censura sistematica per nascondere i referendum del 12 e del 13 giugno.

Ora stanno tentando di cancellare il referendum sul nucleare e di rubare agli italiani anche il diritto di dire la loro.

Vogliono avere le mani libere su acqua pubblica e energia atomica. Un’operazione vergognosa che indebolisce la democrazia, toglie agli italiani la possibilità di scegliere per sé e per il Paese un futuro più moderno, sostenibile e giusto. E mira a regalare favori e miliardi alle solite lobby economiche e finanziarie.

Ma gli italiani non ci stanno. Vogliono far sentire la propria voce e stanno chiedendo con forza di non vedere offeso il diritto ad esprimersi liberamente su acqua e nucleare.

Per questo i comitati referendari hanno deciso di lanciare una mobilitazione permanente davanti Montecitorio il 23 e 24 maggio – giorni in cui il Parlamento deciderà sul decreto Omnibus che contiene la finta uscita dal nucleare: per dire no all’approvazione di un testo che, provando a cancellare il referendum senza dare realmente l’addio al programma atomico, è una presa in giro degli italiani e un’offesa ai loro diritti.

Chiamiamo tutti e tutte a difendere il diritto al voto, all’informazione ed alla democrazia.

PROGRAMMA

23 maggio h. 14 – 24

Tenda per la democrazia

Interventi, letture di artisti e intellettuali e veglia serale

24 maggio h. 10 – 24

Interventi, microfono aperto e performance

IL 12 E 13 GIUGNO

VOTA PER LA DEMOCRAZIA

in difesa dell’acqua bene comune

per fermare il nucleare

Per informazioni:

www.referendumacqua.it

www.fermiamoilnucleare.it

Ufficio stampa Comitato “Vota sì contro il nucleare”

Leggi tutti i nostri articoli sul referendum nucleare

Leggi il nostro approfondimento sui referendum del 12/13 giugno 2011

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

corsi pagamento

seguici su facebook