OGM: Giancarlo Galan come Ponzio Pilato

Come Ponzio Pilato il Ministro delle Politiche Agricole Giancarlo Galan continua un giorno sì e l’altro pure a parlare di ogm senza però ancora averci fatto capire come la pensa.

È quanto affermano i componenti della task force per una Italia libera da Ogm composta da 27 organizzazioni del mondo produttivo, del consumo e dell’ambiente, in riferimento alla scelta del Ministro delle Politiche Agricole Giancarlo Galan di delegare all’Unione Europea le decisioni sulla coltivazione degli organismi geneticamente modificati (Ogm).

È ben diversa la posizione di chi come la Francia e la Germania si appella ad una decisione Europea avendo già scelto il no alla coltivazione del mais transgenico con l’attivazione della clausola di salvaguardia, da chi come Galan non avendo il coraggio di dire la sua spera che l’Europa decida anche per l’Italia. Se Galan è favorevole agli Ogm se ne assuma fino in fondo, da Ministro, la responsabilita’, si faccia dare l’ok dal Parlamento e Regioni e poi porti la posizione in Europa. Fino a quando gli agricoltori e i cittadini europei non potranno essere sicuri che i pericoli delle colture geneticamente modificate saranno affrontati a fondo, Galan e i Ministri dell’UE dovrebbero richiedere una moratoria sulle nuove autorizzazioni.

Ufficio stampa congiunto OGM Task Force

LE ASSOCIAZIONI ADERENTI

Acli, Adoc, Adusbef , Aiab, Amab, Campagna Amica, Cia, Città del Vino, Cna alimentare, Codacons, Coldiretti, Crocevia, Fai, Federconsumatori, Federparchi, Focsiv, Fondazione Univerde, Greenaccord, Greenpeace, Lega Pesca, Legacoop Agroalimentare, Legambiente, Movimento difesa del cittadino, Slow Food, Unci, Vas e Wwf

Yves Rocher

Premio Terre de Femmes e l’impegno di Yves Rocher nella tutela dell’ambiente

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

Seat

Auto a metano, il self service darà una nuova spinta?

corsi pagamento

seguici su facebook