Lovejoy: in arrivo la cometa di Natale

b2ap3_thumbnail_lovejoy.jpg

Ieri la cometa Lovejoy ha raggiunto il perielio, la distanza minima dal sole. Ed è spettacolo. La sfera di ghiaccio sarà ancora visibile poco prima dell’alba, dopo le 5 del mattino. Altro che Ison. Quest’ultima non è riuscita a sopravvivere a lungo all’incontro con la nostra stella.

Lovejoy invece ce l’ha fatta, anche perché è passata ad una distanza ben più sicura dal Sole rispetto all’intrepida sorella Ison, rubandole il titolo di ‘cometa di Natale‘. Di recente scoperta da un astronomo dilettate australiano, Terry Lovejoy, è già da tempo visibile nell’emisfero settentrionale.

Dal 12 dicembre e fino al 14 gennaio 2014, la cometa sarà visibile nella costellazione di Ercole. Il 14 dicembre ha superato la stella Zeta Herculis e ieri ha raggiunto il perielio, il punto di massimo avvicinamento al Sole. Non poco in realtà: oltre 121 milioni di chilometri, sufficienti però a mantenerla in vita.

b2ap3_thumbnail_lovejoy2.jpg

Pericolo scampato, al contrario di Ison. Le immagini finora scattate mostrano la coda della cometa e le varie strutture che da essa si ramificano.

Come fare per osservarla? Lovejoy è facilmente osservabile poco prima dell’alba, quando sarà al di sopra dell’orizzonte. Basta anche un binocolo. Meglio spostarsi lontano dalla città per evitare il disturbo dell’inquinamento luminoso.

In bocca al lupo!

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

Foto: Spaceweather

LEGGI anche:

Cometa Ison: arriverà la notte di Natale? Nell’attesa, il video in timelapse

Lovejoy: ecco come osservare la ‘cometa di Natale’ che ha sostituito Ison

Yves Rocher

Premio Terre de Femmes e l’impegno di Yves Rocher nella tutela dell’ambiente

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

Seat

Auto a metano, il self service darà una nuova spinta?

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

corsi pagamento

seguici su facebook