Cometa Panstarrs, arrivata: ecco come osservarla

b2ap3_thumbnail_Melbourne-Australia.jpg

Preparate il binocolo, e se avete un telescopio tanto meglio. Altrimenti incrociate le dita e affidatevi ai vostri occhi, perché la cometa Panstarrs è ormai fra noi. Il suo corpo luminoso, già ampiamente ammirato nell’emisfero australe, è finalmente visibile anche dalle nostre parti.

Lo scorso 5 marzo la cometa, scoperta a giugno del 2011, ha raggiunto il punto di massimo avvicinamento alla Terra arrivando a 164 milioni di chilometri, e domenica 10 marzo sarà vicina, si fa per dire al Sole, a circa 45 milioni di km dalla nostra stella, un po’ più vicina al Sole rispetto a Mercurio, che si troverà a 60 milioni di km.

In quel momento la cometa raggiungerà la sua massima luminosità ma trovandosi appena sopra l’orizzonte sarà davvero difficile riuscire ad individuarla. Nei giorni successivi, dal 12-13 marzo Panstarrs dovrebbe essere sempre più facile da osservare.

Basterà cercare la luna, in fase crescente, e alla sua sinistra potrebbe essere possibile trovare la cometa e qualche giorno dopo anche la sua coda. In ogni caso le migliori condizioni per ammirare la sua bellezza saranno offerte dal cielo prima fino al 27 marzo, quando la Luna raggiungerà la sua fase di plenilunio e con la sua luce renderà più luminoso il cielo, nascondendo la cometa ai nostri occhi.

Ma non perdiamo le speranze. Fino a fine marzo, Panstarrs sarà ancora visibile. Allora, sebbene la cometa sarà sempre meno luminosa riuscirà ad essere la vera protagonista del cielo.

Sempre che non arrivi la sorella Lemmon a rubarle il palcoscenico…

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

Coop

Arrivano le ciliegie “Buone e Giuste” senza glifosato di Fior Fiore Coop

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

corsi pagamento

seguici su facebook