Infestazioni di cimici: perché dovresti “spegnere le luci” quando entri nella stanza di un hotel

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Bastano pochi minuti per controllare la propria stanza d'albergo e assicurarsi che non siano presenti cimici da letto o altri insetti

Libera Terra

Siamo appena arrivati nella stanza d’albergo, esausti dopo un lungo viaggio, e tutto quello che desideriamo è collassare sul materasso e riposare un po’. Ma come essere sicuri che il letto non sia già “occupato” da ospiti indesiderati?

Cimici da letto potrebbero annidarsi fra le lenzuola e rovinare il nostro momento di riposo. Ma non solo: questi piccoli insetti potrebbero sorprenderci nel sonno e morderci, lasciandoci pieni di cicatrici – ecco perché è così importante assicurarsi che non ci siano.

In un video condiviso sul proprio canale TikTok, la dipendente alberghiera Halee (@haleewithaflair) spiega tutti i trucchi per controllare in modo rapido e sicuro una stanza d’albergo prima di utilizzarla, e verificare che non vi siano presenti cimici o altri insetti indesiderati.

È importante eseguire questo controllo prima di disfare le valigie: in questo modo, nel caso in cui scorgessimo la presenza di insetti infestanti, possiamo lasciare rapidamente la stanza senza correre il rischio che gli animaletti si intrufolino nei nostri effetti personali.

Il primo consiglio che Halee dà è quello di entrare nella stanza senza accendere la luce né aprire le tende. Molti insetti (come ad esempio le blatte) sono più propensi a uscire dai loro nascondigli con il favore dell’oscurità, e accendere subito la luce li farebbe tornare a nascondere.

Halee suggerisce di iniziare il controllo dal bagno: solleviamo la tavoletta del WC, controlliamo le fughe fra il pavimento e le pareti, ma anche l’interno della vasca o della cabina doccia. Per farlo utilizziamo la torcia del cellulare. Infine, dedichiamo attenzione allo specchio e al lavabo.

Ora torniamo in stanza. Diamo un’occhiata all’interno del mini-frigo, poi togliamo i cuscini da eventuali poltrone o divanetti: dietro di essi potrebbero annidarsi gli insetti. Dirigiamoci ora verso l’armadio: controlliamo con la torcia dietro l’asse da stiro (se presente) o nelle pieghe delle coperte e dei cuscini extra messi a disposizione dalla struttura.

Concludiamo la nostra ispezione controllando il letto. Spostiamo i cuscini e alziamo le coperte, illuminando con la torcia del cellulare ogni anfratto. Dedichiamo attenzione soprattutto agli angoli del materasso: mettiamoli “a nudo” sollevando coperte e lenzuola e controlliamo accuratamente all’interno delle cuciture – il posto preferito dalle cimici da letto. Non dimentichiamo infine di controllare la testiera del letto, facendoci passare un dito sopra e dietro, e il pavimento sotto il materasso.

Anche se non abbiamo trovato cimici o altri insetti, facciamo caso a notare la presenza di piccole macchie rosse o marroni sul materasso, sulle lenzuola o sul resto della biancheria: potrebbe trattarsi di insetti schiacciati o di escrementi di cimici, e denotare comunque uno stato di pulizia non ottimale all’interno della stanza.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: TikTok

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook