Come pulire i sandali con il plantare in sughero (tipo Birkenstock)? Tutti i trucchi per lavarli senza farli rovinare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In tantissimi amano i sandali in sughero, ma quanti di noi sanno prendersene davvero cura? In questo articolo vi spieghiamo come fare in modo facile ed economico

Pitture ecologiche e naturali per la casa

I sandali con il plantare in sughero sono molto comodi per la stagione estiva e adatti anche a chi cammina molto o trascorre in piedi buona parte della giornata. Sono pratici, si abbinano quasi a ogni outfit, sono facilissimi da infilare perché molto spesso si tratta di zoccoli privi di chiusure e cinturini.

Il sughero, comodo e traspirante, è un materiale molto delicato che va protetto affinché conservi le sue proprietà (in primis, la sua morbidezza). Innanzitutto, annerisce in fretta, e questo può inficiare la bellezza originaria del sandalo.

Inoltre, poiché si tratta di un materiale molto assorbente, può presto trasformarsi in un deposito di batteri, sudore e cattivi odori: i nostri piedi, soprattutto in estate, sudano molto e sudore e cellule morte si depositano sui sandali creando un ambiente tutt’altro che salubre.

Infine, se esposto a fonti di calore o semplicemente alla luce solare, il sughero tenderà a seccarsi, perdendo la sua morbidezza: questo aumenta il rischio di spaccature all’interno del materiale che possono rendere scomodi, se non inutilizzabili, i nostri sandali.

Leggi anche: Timberland sempre più “green” lancia il sandalo ecologico e ripulisce il fiume Lambro

Per fortuna, pulire i sandali in sughero è un’operazione piuttosto semplice, che richiede l’utilizzo di ingredienti che possiamo facilmente trovare nella nostra cucina: bicarbonato, succo di limone, olio di oliva, acqua tiepida. Vediamo come fare.

Se i nostri sandali sono anneriti basterà mescolare qualche cucchiaio di bicarbonato con delle gocce di succo di limone fino a creare una sorta di pasta. Spalmiamo poi questa pasta su tutta la superficie del plantare in sughero e lasciamo agire per un’oretta prima di risciacquare con acqua calda: l’azione sbiancante di bicarbonato e limone eliminerà macchie e aloni.

Se invece il sughero del plantare si è ormai indurito, possiamo “nutrirlo” con un po’ di olio di oliva. In questo caso, versiamo qualche goccia di olio al centro del plantare e massaggiamo bene tutta la superficie con la mano, poi lasciamo agire per una notte interna. Prima di indossare nuovamente i sandali, ricordiamoci di pulirli con un panno umido per eliminare l’olio in eccesso.

Leggi anche: Le scarpe puzzano, cosa fare? I trucchi e i rimedi casalinghi più efficaci

Infine, se i sandali hanno ormai assunto un cattivo odore (dovuto alle colonie di batteri e al sudore dei piedi accumulato) possiamo agire con del bicarbonato in purezza, vista la sua potente azione anti-odore. Tutto ciò che dobbiamo fare è cospargere il plantare con la polvere di bicarbonato, lasciare agire per qualche ora e poi strofinare energicamente con un panno morbido per rimuovere la polvere.

A questo scopo, se l’abbiamo in casa, possiamo utilizzare anche dell’argilla bianca: anche questo prodotto, infatti, assorbe le tossine e neutralizza i cattivi odori, igienizzando i nostri sandali. Si usa nello stesso modo del bicarbonato.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook