Ecco il trucco per avere dell’ottimo soffritto fai da te, sempre pronto all’uso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In poco tempo prepareremo una scorta di soffritto che possiamo conservare in freezer fino a tre mesi e utilizzare in modo semplice

Le nostre giornate corrono veloci, e non sempre si ha il tempo (e la buona volontà) di cucinare. Ecco perché avere delle preparazioni e delle pietanze già pronte all’uso, o quantomeno fornirsi di strumenti da utilizzare con facilità per preparare piatti sani e gustosi, può fare la differenza per la nostra alimentazione di tutti i giorni. Preparare il cibo in anticipo e conservarlo per lungo tempo ci permette anche di non sprecare alimenti freschi che non riusciamo a consumare nel giro di pochi giorni e che altrimenti finirebbero dritti nella spazzatura.

Fra gli alimenti che troppo spesso vengono buttati via, a causa della loro facile deperibilità, ci sono certamente gli odori: basilico, prezzemolo, salvia e così via – oltre ad essere prodotti stagionali e non disponibili (almeno naturalmente) tutto l’anno – sono molto delicati e marciscono nel nostro frigorifero entro qualche giorno. Eppure la loro presenza in cucina è fondamentale per dare corpo e sapore a piatti altrimenti troppo scipidi.

In questo articolo abbiamo visto come sia facile e conveniente conservare in freezer una piccola scorta di erbe aromatiche, per averle a disposizione sempre fresche e profumate. Oggi, invece, vi spieghiamo come creare un’ottima e sana base per soffritto che possa essere preparata in anticipo in grandi quantità e conservata in freezer fino a tre mesi.

L’utensile essenziale per questa preparazione è uno stampo per cubetti di ghiaccio accuratamente lavato e asciugato: ci servirà per creare praticissimi “dadi” per il soffritto già porzionati e pronti all’uso, da buttare direttamente in pentola o in padella senza bisogno di scongelare. Oltre a questo, procuriamoci i classici tre ingredienti per il soffritto: per uno stampo di medie dimensioni, utilizzeremo un paio di carote, due o tre coste di sedano e mazza cipolla grossa.

Sbucciamo la cipolla e tagliamola a cubetti grossolani; laviamo le coste di sedano, privandole delle foglie e della base più chiara, e riduciamo anche queste in pezzetti piccoli; infine, peliamo le carote e tagliamole a cubetti. Mescoliamo tutti gli ingredienti in una ciotola capiente, senza aggiungere olio o altro condimento, poi riduciamo tutto in pezzettini piccolissimi con l’aiuto di un mixer da cucina (come si vede nell’immagine qui sotto). Non è necessario creare un composto liscio e cremoso – il trito grossolano dara consistenza al nostro soffritto.

@GreenMe

Una volta pronto il mix per il soffritto, non ci resta che confezionare i dadi che andranno congelati. Con l’aiuto di due cucchiaini, distribuiamo piccole quantità di trito in ognuno dei comparti dello stampo per ghiaccio, facendo attenzione a schiacciare bene il composto con il retro della posata in modo da creare cubetti compatti. Una volta completato, non ci resta che mettere lo stampo in congelatore.

@GreenMe

Utilizzare questi dadi è molto semplice: basta aggiungerli all’olio caldo nella pentola o nella padella ancora congelati – si scongeleranno in pochi istanti e rilasceranno tutti gli aromi conservati dal freddo. Possiamo usare questi dadi per insaporire verdure saltate in padella, zuppe e passati di verdure, ma anche risotti, sughi e primi piatti a base di legumi.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook