Non solo bollita, 4 modi alternativi per cucinare più velocemente e con più gusto la quinoa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Come cuoci la quinoa? Prova questi 4 metodi per renderla più gustosa e accelerare anche i tempi di preparazione: in padella, al forno o in microonde ti sorprenderai per il risultato

Non conservare così l'avocado: è pericoloso

La quinoa è un alimento molto conosciuto dai celiaci per il suo alto contenuto proteico e per la totale assenza di glutine. È uno pseudo cereale che contiene in sé tutti gli amminoacidi necessari e quindi proteine nobili, ma non tutti ne apprezzano il sapore o la consistenza. Solitamente la quinoa viene cotta come il riso o la pasta, versandola in acqua bollente, ma è possibile accelerare i tempi e aumentare il gusto con altre tipologie di cottura.

Cuocere la quinoa in padella (risottata)

Per cuocere la quinoa sui fornelli il tempo di cottura è di circa 15 minuti, tuttavia non limitatevi solo a bollirla, ma seguite questi semplici passaggi per cuocerla nel modo giusto.

  1. Per prima cosa lavata la quinoa a lungo sotto acqua corrente, in questo modo si elimineranno le saponine, sostanze innocue ma un po’ amare.
  2. Ora bisogna tostare lo pseudocereale in padellacon un filo d’olio, lo stesso metodo che usate con i chicchi di riso per preparare il risotto.
  3. Si aggiunge poi il liquido, che può essere acqua o brodo a vostro piacimento, ricordatevi però di procurarvene il doppio rispetto alla quinoa. Solitamente la porzione è: 1 parte di quinoa (ad esempio 100 g) per 2 parti di liquido (quindi, circa 200 g).
  4. Quando il liquido sarà assorbito, la quinoa sarà pronta. Aggiungete sale e pepe prima di servirla a tavola.

Questo procedimento va bene sia per la quinoa bianca che per quella nera o quella rossa, l’unica differenza è nel sapore più marcato delle ultime due.

Cuocere la quinoa al microonde

Si possono ottenere ottimi risultati anche cucinando la quinoa al microonde. Ricordatevi però di cuocere una porzione alla volta, evitando di creare pasticci nel vostro elettrodomestico. Procuratevi un capiente contenitore con coperchio adatto al microonde per evitare che la quinoa fuoriesca con l’acqua di cottura.

  1. Il primo passaggio è mettere la quinoa lavata nel recipiente con il doppio del suo peso d’acqua.
  2. Chiudete con l’apposito coperchio e fate cuocere per 3 minuti alla massima potenza.
  3. Estraete, aspettate un minuto, mescolate e ripetete.
  4. Quando cominciate a vedere che la quinoa si attacca, allora saprete che è pronta. In alternativa, ripetete la cottura per un altro minuto, aggiungendo poca acqua.

Usate guanti per proteggere le mani e non avvicinate il viso al recipiente, altrimenti potrete scottarvi con il vapore.

Cuocere la quinoa in forno

Questo metodo impiega molto più tempo e ha diversi passaggi aggiuntivi rispetto ai precedenti, quindi non è consigliato se andate di fretta. Potrete però essere creativi, aggiungendo ingredienti a piacere.

  1. Per prima cosa, sciacquate la quinoa e lasciatela lessare in acqua per pochi minuti.
  2. Scolatela, disponetela in una teglia da forno, aggiungete un filo d’acqua e fate cuocere coprendola con della carta stagnola per 20 minuti a circa 170°C.
  3. Togliete la carta stagnola, condite a vostro piacimento e fate gratinare per altri 10 minuti.

Cuocere la quinoa al vapore

Infine, se disponete di una vaporiera potete provare quest’ultimo metodo.

  1. Lavate la quinoa e mettetela nel cestello della pentola adatta alla cottura a vapore (o la vaporiera in bamboo). Foderate il fondo con carta forno per evitare di far cadere i piccoli chicchi.
  2. Riempite la parte inferiore della pentola con acqua e appena questa inizierà a bollire, abbassate il fuoco e aggiungete il cestello forato con la quinoa.
  3. Fate cuocere per 20 minuti, poi condite come più vi piace.

Due ultimi consigli:

  • Per fare la quinoa stracotta e quasi cremosa basta modificare la porzione in 1 parte di quinoa e 3 parti di acqua. Sarà pronta quando l’acqua sarà assorbita del tutto.
  • Potete utilizzare la stessa preparazione dei legumi se avete più tempo a disposizione: invece che lavare la quinoa sotto acqua corrente, lasciatela in acqua per 12/24 ore. Lavatela poi un’ultima volta e, una volta in padella, aggiungete tanta acqua quanta basta a coprirla completamente. Cuocete a fuoco basso per circa 5-10 minuti.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Sulla quinoa leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando di Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa all'Università La Sapienza, appassionato del web e delle dinamiche del mondo digitale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook