Come cucinare il miglio: il metodo di cottura infallibile (che ti semplifica la vita e ti fa risparmiare)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il miglio è una deliziosa fonte di carboidrati, facilissima da preparare...almeno se utilizzi questo metodo infallibile e super semplice.

Il miglio è un alimento ottimo per celiaci e per chi vuole variare la dieta vegana, ma spesso si finisce con una pappetta disgustosa. Scopri il metodo infallibile per cuocerlo in modo perfetto ogni volta.

Per cucinare il miglio in modo perfetto tutte le volte ci sono alcuni step da seguire. Prima ancora di iniziare a cuocerlo, ricordati che va sciacquato sotto l’acqua calda per renderlo più fragrante e digeribile.

Molti fanno l’errore di tostare il miglio – come se fosse del riso da risottare – ma in realtà ottengono un effetto contrario: invece di uniformare la cottura, tostare il miglio la rende disomogenea.

Qual è il metodo migliore per cuocere il miglio?

Il metodo ad assorbimento è una tecnica di cottura che sfrutta il vapore generato dall’ebollizione per aiutare il miglio – ma anche riso e cous cous – ad assorbire tutti i liquidi necessari per avere una consistenza perfetta.

Il trucco è tutto nella misurazione dell’acqua: avremo bisogno sempre del doppio dell’acqua rispetto al miglio, per cui se abbiamo 500 grammi di miglio da cuocere, ci servirà un litro d’acqua. La precisione nella misurazione è davvero importante, perché troppa acqua potrebbe far risultare il miglio molliccio e pastoso. Inoltre, scolare il miglio – come si fa con la pasta – non è una buona idea, siccome nell’acqua vengono rilasciate diverse sostanze nutritive.

Per prepararlo puoi fare così:

  1. Sciacqua il miglio accuratamente
  2. Metti il miglio in una pentola e coprilo con la quantità d’acqua giusta (il doppio del peso del miglior)
  3. Porta la pentola ad ebollizione e poi spegni il fuoco, avendo cura di chiudere con un coperchio la pentola
  4. Dopo almeno 20 minuti di riposo, il miglio avrà assorbito tutti i liquidi necessari alla cottura e sarà pronto per essere mangiato

Se desideri, puoi cambiare l’acqua con del buon brodo di verdure, che puoi realizzare facilmente anche utilizzando scarti come bucce, radici e gambi.

La tecnica di assorbimento è molto utilizzata con molti cereali e pseudo-cereali. In gran parte dell’Asia, ad esempio, questa tecnica si utilizza per cuocere il riso.

Come rendere il miglio più gustoso?

In realtà, dipende un po’ anche dai tuoi gusti. Ad esempio, potresti aggiungere un baccello di cardamomo e/o un chiodo di garofano appena inizia a bollire. Anche uno spicchietto d’aglio può funzionare da aromatizzante.

Oppure, puoi optare per un mix di spezie in polvere come curcuma, zenzero, curry e paprika. Se vuoi restare sul semplice, anche qualche verdura bollita, o delle carote croccanti, possono essere un buon condimento. Puoi sperimentare tantissime ricette diverse, lasciati ispirare dal momento.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando in Letterature e Culture Comparate all'Università dell'Orientale di Napoli. Si occupa di letteratura, sport, cucina e ambiente, collaborando anche con una nota rivista letteraria partenopea.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook