Dolori muscolari? Realizza questo sacchetto di semi a costo zero per contrastare i piccoli acciacchi quotidiani

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Bastano un po' di stoffa e dei semi o dei legumi per realizzare questo rimedio casalingo utile per contrastare molti problemi di salute (come confermato anche dalla scienza)

Con uno stile di vita frenetico e stressante, non è raro incappare in fastidiosi dolori muscolari. Postura scorretta, lavoro sedentario, attività fisica eccessiva, cattiva qualità del riposo notturno sono fra i fattori che concorrono all’insorgenza di questi dolori. Per fortuna, esiste un rimedio naturale e molto economico che possiamo adottare per contrastare le tensioni muscolari.

Possiamo infatti realizzare dei sacchetti pieni di semi o cereali secchi che riscalderemo o raffredderemo in base all’esigenza e al tipo di dolore per trattare in modo naturale la tensione del muscolo. Il dolore potrebbe sparire con questo espediente e noi non saremo costretti ad assumere medicinali (in caso contrario, consigliamo di rivolgersi al proprio medico di base).

LEGGI anche: Sale caldo: come prepararlo e utilizzarlo

Come realizzare il rimedio

Preparare questo sacchetto è davvero molto semplice. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è un pezzetto di tessuto di cotone: facciamo attenzione a che sia cotone al 100% e che la trama non contenga fibre sintetiche che potrebbero risentire dell’effetto del calore. Oltre al tessuto abbiamo bisogno di ago, filo e forbici.

Iniziamo con il ricavare dal pezzo di cotone una striscia. Per sapere di che misura deve essere la striscia, consideriamo che la grandezza effettiva del sacchetto corrisponderà alla sua metà. Pieghiamo dunque la striscia a metà e cuciamo lungo i due lati lunghi (possiamo usare la macchina da cucire se l’abbiamo in casa).

Rivoltiamo il sacchetto ottenuto, in modo che le cuciture appena fatte siano rivolte all’interno, e iniziamo a riempirlo con i semi che abbiamo in casa. Possiamo usare semi di lino, semi di chia, ma anche cereali (come grano o riso) o legumi secchi (come ceci o fagioli).

Se vogliamo, possiamo aggiungere anche delle erbe aromatiche essiccare per potenziare gli effetti analgesici e calmanti del nostro sacchetto. Noi suggeriamo di aggiungere fiori di lavanda o foglie di rosmarino. Una volta riempito fino alla sua massima capienza (ma senza che diventi duro), accostiamo i due lembi del sacchetto ancora aperti e cuciamoli insieme, ripiegando i bordi sfilacciati verso l’interno.

Il procedimento è molto semplice e non è necessario essere precisi per realizzare questo sacchetto. Se non siamo capaci a cucire, possiamo riutilizzare un sacchetto in cotone di una vecchia bomboniera o legare il pezzetto di tessuto con uno spago (come una caramella) dopo aver inserito un pugno di cereali o semi.

Come usare il sacchetto

Possiamo usare il sacchetto caldo o freddo, a seconda delle nostre esigenze e del tipo di dolore che stiamo provando.

Il sacchetto caldo è utile in caso di dolori muscolari, articolari e di contrazioni al collo. Mettiamo il sacchetto in forno elettrico o microonde in modo che i semi si scaldino bene – tanto da mantenere la temperatura costante almeno per una mezz’ora. Applichiamo poi il medicamento sulla zona interessata, facendo attenzione a non bruciarci.

Il sacchetto freddo, invece, è utile in caso di febbre, punture di insetto, bruciature, distorsioni, ematomi e dolore ai denti. In questo caso, mettiamo il sacchetto in freezer per un paio d’ore: in questo modo i semi saranno ben freddi. Lasciamo poi il sacchetto agire sulla parte interessata per almeno venti minuti.

Questo “rimedio della nonna” ha in realtà un fondamento scientifico. Un vecchio studio pubblicato sulla rivista British Medical Journal conferma infatti l’efficacia di impacchi caldi e freddi per ridurre dolori alle articolazioni, ai muscoli e in altre parti del corpo.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook