Prenditi cura dei tuoi capelli stressati dal sole e dal mare con questi 4 ingredienti che hai sicuramente in casa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Cosa fare se, al ritorno dalle vacanze, i nostri capelli appaiono spenti e rovinati? Ecco quattro rimedi naturali che possono aiutarci e restituirci una chioma splendida

Il sole, il vento e la salsedine hanno certamente rovinato i nostri capelli che ora appaiono secchi, sfibrati, privi di vitalità. Cosa possiamo fare per restituire alla nostra chioma quella lucentezza e quel vigore che le appartenevano?

Prima di spendere soldi in prodotti “miracolosi” che troppo spesso, a leggere bene l’etichetta, si rivelano essere pieni di sostanze chimiche inquinanti e tutt’altro che salutari, ricordiamoci che la natura ci offre rimedi efficaci e che possiamo noi stessi preparare maschere e impacchi per i capelli con prodotti che abbiamo già in casa.

Ecco quattro ricette super facili per balsami fai da te, con quattro ingredienti facilmente reperibili in frigorifero o in dispensa, che ci permetteranno di inquinare meno anche perché, diversamente dai prodotti che si trovano in commercio, non sono contenuti in flaconi di plastica rigida altamente inquinanti.

Leggi anche: Capelli: se ti stanno cadendo a ciocche, prova questo rimedio della nonna portentoso che ti farà stupire dei risultati

Aceto di mele

L’aceto di mele è un vero toccasana per capelli spenti e sfibrati: ricco di minerali quali potassio, calcio, ferro, magnesio e fosforo, aiuta a contrastare la caduta dei capelli favorendone la crescita; offre inoltre un valido aiuto contro capelli che si spezzano e doppie punte.

Tutto quello che dobbiamo fare è sciogliere un paio di cucchiaini di aceto di mele (due cucchiai da zuppa se i nostri capelli hanno bisogno di un trattamento intenso) in un litro di acqua tiepida. Dopo aver lavato i capelli come al solito, versiamo la soluzione di acqua e aceto sulla chioma ancora bagnata e massaggiamo con cura, insistendo sulle lunghezze e sulle punte.

Possiamo poi scegliere di risciacquare i capelli con acqua pulita o procedere direttamente all’asciugatura per un’azione riparatrice più forte. L’aceto di mele ha un odore un po’ penetrante, ma esso andrà via durante l’asciugatura.

Succo di limone

Possiamo usare il succo di limone per restituire lucentezza ed elasticità ai capelli stressati dalle vacanze. Anche in questo caso, la preparazione della miscela è molto semplice aggiungiamo un paio di cucchiai di succo di limone in un bicchiere d’acqua (250 ml) e mescoliamo bene.

Versiamo poi la miscela sui capelli puliti e ancora bagnati. Come nel caso dell’aceto di mele, possiamo scegliere se risciacquare o meno dopo qualche minuto di posa. Questo balsamo è particolarmente indicato per chi ha i capelli biondi, poiché ha un effetto leggermente schiarente.

Olio di cocco

L’olio di cocco ha moltissimi benefici per la nostra chioma sfibrata e stressata: aiuta a sciogliere i nodi, nutrendo in profondità i capelli; protegge le ciocche dall’azione dei raggi solari; infine, rende più veloce la ricrescita.

Tutto quello che dobbiamo fare è strofinare una piccola quantità di olio di cocco sui capelli, insistendo particolarmente sulle punte. Procediamo al risciacquo di tutta la chioma dopo due o tre minuti, poi asciughiamo i capelli come siamo abituati.

Importante: assicuriamoci di aver acquistato un olio biologico, proveniente da una filiera controllata che non sia coinvolta nella drammatica piaga della deforestazione illegale.

Leggi anche: Olio di cocco: 50 usi e benefici confermati dalla scienza (e tutte le controindicazioni)

Birra

Infine, possiamo usare la birra per trattare i nostri capelli sfibrati e ridare loro forza e lucentezza: questa bevanda, infatti, rende i capelli lisci e lucenti, contrastandone la caduta. Basta diluire un bicchiere di birra in due bicchieri di acqua e versare questa miscela sui capelli bagnati.

Dopo un breve periodo di posa, è possibile risciacquare la chioma e asciugarla come al solito. Anche la birra, come l’aceto di mele, ha un odore penetrante che però andrà via durante il processo di asciugatura.

Suggerimenti generali

Non tutti i balsami proposti sono adatti a tutti i tipi di capelli: ad esempio, quelli a base di the nero, caffè o ortica sono più adatti per le persone con i capelli castani o neri, poiché tendono a scurire le chiome; al contrario, balsami a base di tè alla frutta o fiori di ibisco sono particolarmente adatti per i capelli rossi.

Qualunque sia il tipo di balsamo che abbiamo in mente di usare, possiamo prepararlo anche il giorno prima, e conservarlo in frigorifero fino a un massimo di tre giorni, all’interno di un barattolo di vetro con coperchio. Prima di usarlo, ricordiamoci di mescolarlo bene.

Non perderti tutte le altre nostre notizie, seguici su Google News e Telegram

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook