Dimentica i centesimi come suggerito da TikTok: questo è il trucco più ecologico ed efficace per rimuovere le incrostazioni in bagno e nel WC

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Diversamente da quanto suggerito sui social, non basta una monetina da due centesimi per liberarsi del calcare nel WC: ecco cosa ci vuole davvero

La presenza di depositi di calcare all’interno del nostro WC è un inconveniente molto antiestetico, ma come fare per rimuovere queste tracce in modo efficace e semplice, senza dover tuttavia ricorrere all’utilizzo di prodotti chimici inquinanti?

Sophie Hinchliffe (@MrsHinchHome), influencer britannica che si occupa di dare consigli sulle pulizie domestiche, aveva lanciato qualche tempo fa un sondaggio sui propri canali social proprio per scoprire quale fosse il metodo più efficace per rimuovere il calcare dal fondo del gabinetto.

Molti suoi fan avevano risposto proponendo un rimedio piuttosto bizzarro: basta far cadere una moneta da due centesimi di sterlina nell’acqua del gabinetto incrostato per liberarsi del calcare accumulato. Alcuni hanno addirittura spiegato che bisogna tirar fuori tutta l’acqua dal gabinetto e procedere a raschiare il fondo del sanitario con la monetina.

Altri invece, come testimoniano diversi video su TikTok, utilizzano le monetine per grattare via il calcare dalle superfici di lavandini e della vasca, senza preoccuparsi di lasciare antiestetici graffi:

In realtà, si tratta di un consiglio assolutamente inefficace. Non esistono evidenze scientifiche che la sola presenza di una monetina in rame nell’acqua del gabinetto possa contrastare la presenza del calcare o impedirne la formazione.

Leggi anche: Ammoniaca, cosa succede a te e all’ambiente quando la usi per le pulizie domestiche

Cosa possiamo utilizzare allora per rendere il nostro WC pulito e igienizzato? Una soluzione potrebbe arrivare dal succo di limone: l’acido citrico contenuto nel succo dell’agrume, infatti, ha un forte potere antibatterico e antisettico, agisce come sbiancante naturale delle superfici e, soprattutto, è un ottimo aiuto contro il calcare.

Tutto quello che dobbiamo fare è ricavare il succo da un paio di limoni: svuotiamo il gabinetto di tutta l’acqua utilizzando una vaschetta (indossiamo guanti monouso per evitare la contaminazione con i batteri presenti nell’acqua!) e versiamo tutto il succo, poi lasciamo agire alcune ore – meglio se tutta la notte.

L’acido citrico scioglierà il calcare durante la notte ed eliminerà le eventuali macchie presenti sulla superficie del sanitario, e al mattino non dovremo far altro che spazzolare rapidamente l’interno del gabinetto con lo scovolino e tirare lo sciacquone.

Per contrastare macchie particolarmente ostinate che non sono sparite con questo metodo, possiamo creare una pasta a base di bicarbonato e succo di limone (in proporzione di due a uno) che applicheremo sulle parti sporche e lasceremo agire per una notte, prima di procedere con lo spazzolamento e il risciacquo.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook