Mutuo prima casa giovani: scarica il modulo da compilare per usufruire dell’agevolazione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Al via alle domande per ottenere il mutuo prima casa per gli under 36: il modulo da scaricare e presentare alle banche

Lite tra elefanti

Al via alle domande per ottenere il mutuo prima casa per gli under 36: il modulo da scaricare e presentare alle banche

Si parla ormai da tempo delle agevolazioni per gli under 36 previste dal Decreto Sostegni-bis, ma adesso è finalmente online il modulo da compilare per chiedere il mutuo per la prima casa. La misura introdotta dal Governo Draghi punta a sostenere i giovani nell’acquisto di una casa, che per molti rappresenta una vera utopia. Potranno usufruirne di una garanzia statale sul mutuo all’80% coloro che hanno meno di 36 anni e un Isee fino a 40mila euro. Le richieste possono essere inviate fino al 30 giugno 2022. Scopriamo nel dettaglio a chi si rivolge il Fondo garanzia di mutui per la prima casa e come funziona.

Chi può usufruire dell’agevolazione

Il fondo è rivolto a tutti i cittadini under 36 che, alla data di presentazione della domanda di mutuo per l’acquisto della prima casa, non siano proprietari di altri immobili a uso abitativo (anche all’estero), salvo il caso in cui il mutuatario abbia acquisito la proprietà per successione causa morte (anche in comunione con altro successore, e che siano ceduti in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli). L’ammontare del finanziamento non deve essere superiore a 250.000 euro. La garanzia concedibile dal fondo è elevata all’80% della quota capitale per i soggetti che rientrano nelle categorie prioritarie elencate di seguito (con ISEE non superiore ai 40 mila euro annui) e che ottengono un mutuo superiore all’80% rispetto al prezzo d’acquisto dell’immobile, comprensivo di oneri accessori.

Ecco quali sono le categorie prioritarie:

  • Coppia coniugata ovvero convivente more uxorio da almeno due anni, in cui almeno uno dei richiedenti non abbia compiuto trentasei anni.
  • Famiglia monogenitoriale con figli minori (persona singola non coniugata, né convivente con l’altro genitore di nessuno dei propri figli minori con sé conviventi o persona separata/divorziata ovvero vedova, convivente con almeno un proprio figlio minore)
  • Giovani che non abbiano compiuto trentasei anni (non è necessario avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato)
  • Conduttori di alloggi di proprietà degli istituti autonomi per le case popolari

Inoltre, per tali categorie è previsto un tasso calmierato del finanziamento ovvero “il tasso effettivo globale (TEG) non può essere superiore al tasso effettivo globale medio (TEGM), pubblicato trimestralmente dal Ministero dell’economia e delle finanze ai sensi della legge 7 marzo 1996, n.108”. Per i cittadini che, pur rispettando i requisiti di accesso al Fondo, hanno un ISEE superiore a 40mila euro annui, la garanzia resta al 50% della quota capitale.

Caratteristiche dell’immobile da acquistare

L’agevolazione non può essere richiesta per qualsiasi tipo di abitazione. Infatti, l’immobile per il quale si chiede il finanziamento deve essere adibito ad abitazione principale e non può, quindi, rientrare nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi) e non deve avere le caratteristiche di lusso indicate nel decreto del Ministero dei lavori pubblici del 2 agosto 1969, n.1072.

Il modulo da scaricare e compilare 

La richiesta del finanziamento deve essere inoltrata alle banche o agli intermediari finanziari aderenti all’iniziativa. È bene ricordare che la banca può decidere autonomamente sulla concessione del mutuo e sul ricorso alla garanzia del Fondo. L’iniziativa del Fondo prevede il rilascio della garanzia statale per il finanziamento erogato da una banca esclusivamente per l’acquisto di un immobile adibito ad abitazione principale. Dunque non è possibile la ristrutturazione senza acquisto.

Per accedere al Fondo con la garanzia del 50% è necessario presentare a una delle banche aderenti, contestualmente alla richiesta di mutuo, il modulo scaricabile dal sito MEF o Consap e comunque disponibile in banca, allegando un documento di identità (ovvero Passaporto unitamente al Permesso di Soggiorno per cittadini stranieri).

CLICCA QUI PER SCARICARE IL MODULO MUTUO PRIMA CASA

Per accedere al Fondo con la garanzia dell’80%, la domanda potrà essere presentata ad una delle banche aderenti all’iniziativa. È già possibile inoltrarle dallo scorso 24 giugno e lo si potrà fare fino al 30 giugno 2022.

Il modulo di accesso al Fondo prevede tre tipologie di acquisto: acquisto; acquisto con interventi di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica, acquisto con accollo da frazionamento (da costruttore). Al modulo bisogna allegare la dichiarazione ISEE non superiore a 40.000 euro annui.

Fonte: Mef.gov/Consap

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook