Monsieur Cuisine ha “copiato” il Bimby? Ecco come è finita la causa della Vorwerk contro Lidl

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Vi ricordate la storia del robot da cucina Lidl copiato dal Bimby? A distanza di parecchi mesi siamo andati a curiosare per scoprire come è finita la disputa legale. E abbiamo scoperto che la Corte d’appello spagnola ha respinto una causa di “furto di proprietà intellettuale” intentata da Vorwerk Electrowerk contro la Lidl, il rivenditore tedesco low cost che avrebbe venduto un elettrodomestico troppo simile al suo popolarissimo Bimby che trita e cuoce il cibo

Nessun brevetto del Bimby originale è stato mai violato, così tre giudici della Corte d’appello del tribunale di Barcellona hanno stabilito lo scorso gennaio che non c’è mai stato plagio da parte della Lidl.

Era solo il 2021 quando Vorwerk ritenne che Monsieur Cuisine, è questo il nome dell’apparecchio a marchio della catena tedesca, avesse violato uno dei brevetti di Bimby in Spagna.

Ne parlammo qui: Lidl obbligata a ritirare il suo robot da cucina low cost: Monsieur Cuisine ha “copiato” il Bimby per i giudici spagnoli

In un comunicato, il giudice spiegò che la deliberazione si era concentrata sulla funzione “bilancia”, che il Bimby utilizza grazie a un circuito indipendente da quello che controlla il movimento del boccale, che permette di “pesare con la macchina in funzione, con il coperchio chiuso e con macchina ferma ma accesa, introducendo alimenti nel boccale”.

Secondo il tribunale, “Lidl riproduce nel suo robot Monsieur Cuisine tutte le caratteristiche” sopra descritte e protette dal brevetto Vorwerk, riconosciuto dalla Spagna nel 2008. Nel gennaio del 2021 i giudici hanno così deciso che il robot Lidl viola la legge sui brevetti e ne ordinarono quindi il ritiro dal mercato spagnolo, ma anche il divieto di importazione, immagazzinamento, offerte e qualsiasi tipo di pubblicità.

Nello specifico, si legge:

[…] Il Tribunale di Barcellona ​​accoglie il ricorso presentato da Lidl contro la sentenza emessa dal tribunale commerciale di Barcellona, ​​​​che ha stabilito che il supermercato aveva invaso il brevetto del robot di Bimby cucina e l’aveva condannata a ritirare tutti i suoi robot da cucina Monsieur Cousine Connect.

I magistrati dell’Alta Corte di Barcellona ritengono nullo il brevetto su cui si è basata Vorwerk per imputare la violazione dei suoi diritti per diversi motivi:

  • per l’esistenza di “materia aggiunta” nel titolo concesso. Ovvero per aver esteso illegittimamente la tutela nel corso del procedimento brevettuale
  • perché l’applicazione non ha attività inventiva

La Corte ritiene inoltre che, anche se il brevetto fosse valido, non vi sia stata violazione da parte della Lidl del brevetto Vorwerk.

La sconfitta di Vorwerk Electrowerk in Spagna non fa ben sperare per le azioni legali che avrebbe avviato contro Lidl in altri Paesi.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Audencia de Barcelona

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook