Le finestre di questa scuola sono realizzate con PVC riciclato al 100%

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Costruire e ristrutturare rispettando l’ambiente si può anche nell’ambito di Enti e Aziende, come dimostra il progetto di questa scuola sostenibile.

Come conservare al meglio le fragole

Costruire in modo sostenibile

Costruire e ristrutturare gli edifici in modo sostenibile non solo è possibile ma anche necessario per poter dare un futuro al Pianeta. Fortunatamente il rispetto dell’ambiente si sta diffondendo sempre più e anche nel settore dell’edilizia aumentano le aziende che optano per materiali riciclati e fonti energetiche rinnovabili sia per opere private che pubbliche.

Un esempio è la scuola olandese “Aloysius Stichting”, a Eindhoven, edificio pubblico costruito per rimpiazzare il De Rungraaf, distrutto da un incendio nel 2017. Il nuovo complesso è stato progettato con grande attenzione alla sostenibilità, ad esempio recuperando tutto ciò che non era andato perso nell’incidente di cinque anni fa e installando pannelli solari per produrre energia.

Non solo: l’Aloysius Stichting è il primo edificio pubblico dove per le finestre sono stati utilizzati i nuovi profili Phoenix Deceuninck, realizzati in PVC riciclato al 100%.

Si tratta di un grande passo avanti se pensiamo che recuperare e riciclare il PVC di finestre e porte inutilizzabili per trasformarlo in nuovi infissi richiede il 90% in meno dell’energia necessaria per produrre nuovi materiali da lavorare.

Sebbene i profili possano essere rivestiti per ottenere diverse colorazioni, come un normale serramento in PVC, per la costruzione della scuola si è preferito optare per un profilo in massa, di colore “Bianco Phoenix”, nome scelto da Deceuninck poiché si tratta di un punto di bianco non paragonabile ad altri.

La scelta di lasciare le finestre al naturale dimostra come il PVC riciclato sia un prodotto resistente agli agenti atmosferici, efficiente e resistente.

Il progetto prova anche come i profili riciclati possano essere una valida opzione non solo per la costruzione e la ristrutturazione di abitazioni private ma anche di edifici pubblici, come scuole, ospedali ecc.

Le finestre del futuro fatte con materiale 100% ecosostenibile?

Dare una seconda vita agli oggetti non più utilizzabili è un passo fondamentale per un futuro sostenibile, soprattutto quando parliamo di materiali che hanno un grande impatto legato alla loro costruzione e al loro smaltimento.

Il PVC o cloruro di vinile ad esempio presenta una resistenza inesauribile, è un materiale stabile e garantisce elevate prestazioni in termini di isolamento termico e acustico. Questo è il motivo per cui spesso il PVC viene scelto per la costruzione di porte e finestre.

L’incredibile resistenza del PVC fa sì che gli infissi costruiti con questo materiale riescano a durare circa 35 anni e che possano poi essere riciclati fino a dieci volte mantenendo aspetto e performance pari al nuovo. Riciclando il PVC si può arrivare ad aumentare il ciclo di vita di finestre e porte fino a 350 anni, senza compromettere le qualità estetiche e le proprietà meccaniche.

Poiché nei prossimi mesi e anni si presume che molti infissi vengano sostituiti perché da smaltire o per migliorare le prestazioni energetiche dell’abitazione o fabbricato, si prevede che l’afflusso di PCV post-consumo aumenti in modo significativo in futuro.

Per evitare che le vecchie porte e finestre finiscano inutilmente in discarica o vengano inceneriti, Deceuninck ha lanciato programmi di recupero in tutta Europa. L’azienda raccoglie dunque il PVC usato e lo ricicla in nuovi profili, risparmiando energia, riducendo i rifiuti e preservando nuove risorse che sarebbero necessarie per costruire materiali nuovi.

Nei suoi stabilimenti, Deceuninck è in grado di salvare dalla discarica oltre due milioni di vecchie finestre e riciclare 45mila tonnellate di PVC all’anno, estendendo il ciclo di vita di questo materiale per tutto il tempo di vita possibile.

I vantaggi di porte e finestre sostenibili

Optare per porte e finestre sostenibili non porta vantaggi solo all’ambiente, ma anche al portafogli e alla qualità della vita.

Oltre a essere una soluzione sostenibile, finestre e porte in PVC contribuiscono ad aumentare il comfort dell’edificio, isolando dal rumore e dalle temperature esterne e migliorando la sicurezza della struttura.

Le finestre in PVC garantiscono infatti un miglior isolamento acustico e una ridotta dispersione del calore e del freddo prodotti da impianti di riscaldamento e condizionamento. Si tratta quindi di un prodotto ecologico ma anche molto performante.

I profili minimali delle finestre Deceuninck poi, oltre ad avere valore estetico, consentono una maggiore illuminazione dell’ambiente perché permettono di sfruttare tutta la luce esterna disponibile.

Porte e finestre in PVC possono essere personalizzate secondo i propri gusti e le proprie esigenze scegliendo tra un’ampia gamma di colori, finiture ed effetti, come l’effetto legno o metallizzato, oppure lasciate bianche.

Gli infissi Deceuninck sono dunque una scelta intelligente per appartamenti, ville, villette e condomini privati ma anche per edifici pubblici come scuole, ospedali, uffici.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Per suggerimenti, storie o comunicati puoi contattare la redazione all'indirizzo redazione@greenme.it

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook