Scopri come realizzare degli originali portachiavi fai da te con vecchie magliette, tappi di sughero e altri materiali riciclati

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lego, vecchie magliette, corde e spaghi, ecco tutto ciò che puoi riciclare per realizzare con le tue mani dei bellissimi e pratici portachiavi

Oggetti indispensabili per tenere a portata di mano chiavi di casa, dell’auto e quant’altro, i portachiavi possono essere realizzati anche con semplici materiali di riciclo. Dai tappi di sughero alle vecchie magliette, dai mattoncini Lego ai fogli di feltro. Ecco una selezione di idee fai da te da cui trarre ispirazione, che potrai rivisitare secondo il tuo estro creativo.

Portachiavi con vecchie magliette

Se è da tempo che intendi liberarti di qualche vecchia maglietta nascosta nell’armadio, sappi che grazie al riciclo creativo puoi utilizzarle per creare un originale portachiavi.

Seleziona magliette di diversi colori e ricava alcune strisce di tessuto. Intrecciale fino a raggiungere la lunghezza desiderata. Fai un nodo di chiusura e unisci alla treccia variopinta l’anello per portachiavi.

Portachiavi con tappi di sughero

Recupera dei tappi di sughero, dipingili con colori acrilici o lasciali al naturale, quindi fissa sulla sommità un anello per portachiavi inserendo nel sughero un gancetto.


Portachiavi di feltro

Ti avanza del feltro? Disegna dei fiori su feltro di vari colori, ritagliali, assemblali con la colla a caldo. Non resta che aggiungere un nastrino sulla sommità e agganciarvi la catenella con anello.

Portachiavi con i Lego

Hai da parte dei mattoncini Lego? Pratica un forellino su uno dei lati corti, aggancia la catenella con anello ed ecco pronto un originale portachiavi fai da te. Al posto della catenella, puoi anche utilizzare un nastrino o del filo, purché non troppo sottile, in modo da evitare che si spezzi.


Portachiavi con sfere di legno

Ti avanzano delle sfere di legno? Puoi riciclarle per personalizzare il portachiavi. Ti basta annodare sull’anello un pezzetto di cordino grezzo sottile e inserirci le sfere, una dopo l’altra. Chiudi con un nodo e se ti va, aggiungi una nappina all’estremità.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook