Piante d’appartamento: le 10 più sicure da tenere in casa se hai cani e gatti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Queste sono le piante che puoi tenere tranquillamente in casa senza doverti preoccupare della loro tossicità per il tuo cane o gatto

Una casa piena di animali e di piante è un luogo stracolmo di amore e di vita di cui prendersi cura quotidianamente. Se però vogliamo che la nostra abitazione sia rigogliosa e piena di verde, dobbiamo sempre tener presente che cani e gatti sono grandi esploratori e così come adorano scoprire ambienti nuovi, sono molto attirati dalle piante e dalle loro foglie che possono non di rado mangiare.

Negli animali l’esigenza di ingerire le foglie delle piante nasce dal bisogno di voler espellere qualcosa che ha appesantito lo stomaco o bloccato la digestione e liberare così il corpo da quel fastidio mediante vomito. In questo i fili d’erba aiutano molto e i nostri animali lo sanno. Proprio per questa ragione è importante non avere a casa piante per loro tossiche che, se inghiottite, potrebbero rivelarsi potenzialmente letali per l’animale. Ce ne sono molte, come l’agrifoglio, la stella di Natale o l’oleandro, ma alcune non sono così famose come queste. D’altro canto però tantissime sono le piante che si possono tenere in casa in tutta sicurezza per i tuoi animali che facciano felici te e loro. Ecco quali sono:

Chamaedorea Elegans

Chamaedorea elegans

@allarudenko/123rf.com

Questa pianta è anche nota come “palma della fortuna”, ma anche “palma da salotto”, dall’inglese Palmour palm, risalirebbe infatti all’epoca Vittoriana dove si crede sia stata un ornamento di salotti reali e non. Si tratta di una palma da interno che non necessità delle temperature più alte e del sole diretto che le cugine da esterno amano, è infatti molto facile da coltivare e si adatta benissimo anche ad ambienti poco luminosi.

Calathea 

calathea

@jkoneva/123rf.com

Più che una pianta, si tratta di un genere di piante perenni proveniente dall’America tropicale che raggruppa più di 100 varietà. Le sue foglie presentano dimensioni differenti, ma colori molto brillanti che variano dal viola, al verde bottiglia. É una pianta che ama gli ambienti umidi, proliferando nelle foreste pluviali tropicali, motivo per cui il suo terriccio deve essere spruzzato con frequenza.

Pilea peperomioides

pilea peperomioides,

@annebel146/123rf.com

La Pilea peperomioides o “pianta delle monete” per via delle sue fonde tondeggianti che ricordano il denaro è una splendida pianta ornamentale proveniente dall’America del sud e dell’Asia. La pianta delle monete può essere coltivata sia in terra che in idrocultura ed è molto facile da curare anche per chi è alle prime armi, ma non vuole rinunciare ad un elemento di design green non tossico per gli animali che si dice porti molta fortuna.

Orchidea Phalaenopsis

@123rf.om

Chi non ha mai desiderato una splendida orchidea nel proprio appartamento. Beh anche se non hai il pollice verde, perché le orchidee non sono piante proprio per tutti, allora quelle del genere Phalaenopsis sono perfette perché sono le più facili da curare e con le sue tonalità delicate abbelliranno ogni angolo della casa. Le orchidee sono piante tropicali che fioriscono solo una volta l’anno per circa 3 mesi, motivo per cui prima di acquistarne una potrebbe essere una buona idea chiedere quando è iniziata la sua fioritura. Hanno bisogno di molta luce e anche molta umidità.

Nephrolepis exaltata

Nephrolepis exaltata

@watchy/123rf.com

Più comunemente nota come “felce della spada” o “felce di Boston”, una pianta sempreverde che ha bisogno di tanta acqua e non gradisce la luce diretta del sole. Le annaffiature devono essere ripetute ogni 2-3 giorni. Questa pianta assorbe non solo gli odori, ma così come la sansevieria, purifica l’aria dalle sostanze inquinanti come ad esempio la formaldeide.

Chlorophytum comosum o Falangio

falangio cover

@123rf.com

Il falangio, anche chiamato “pianta ragno”, è un’altra delle piante che andrebbero tenute in ogni casa, specialmente nelle camere da letto, perché anch’essa depura l’aria proprio come la felce e la sansevieria. É facile da curare ed anche la sua propagazione non comporta difficoltà, ma la pianta necessita di ambienti molto luminosi e di innaffiature regolari nei peridi caldi, mentre di rado nelle stagioni fredde.

Bromelia aechmea fasciata

bromelia

@ikvyatkovskaya/123rf.com

La bromelia è una pianta tropicale originaria dell’America centrale dalle foglie spesse e dai fiori dai colori vivaci e molto accesi. Questa pianta appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae ha tantissime varietà, tutte non tossiche per cani e gatti. Ama la luce diretta e gli ambienti umidi ed in natura cresce sugli alberi, assorbendo da questi i loro nutrienti. I colori delle sue infiorescenze sono una allegria per gli occhi.

Haworthia

Haworthia

@nadiannb/123rf.com

La haworthia è una pianta succulenta originaria del continente africano che, come l’aggettivo “succulento” sottintende, ha delle foglie molto carnose che immagazzinano acqua e consentono alla pianta di sopravvivere ai climi più aridi. Essendo simile ad una pianta grassa va annaffiata di rado ed è perfetta come pianta da appartamento per chi ha il pollice nero, ma anche animali a casa.

Epiphyllum anguliger

epiphyllum anguliger

@sifan8tuju/123rf.com

Questo bellissimo cactus proviene dal Messico paese in cui è endemico. É anch’essa una specie epifita, che cresce cioè sugli alberi e sulle rocce, e non presenta le classiche spine dei cactus, ma è invece caratterizzato da foglie a zig zag nonché da fiori bianchi molto decorativi che sono grandi circa 20cm. Essendo originario di regioni molto calde e soleggiate, questo cactus ha bisogno di molta illuminazione e non tollera il freddo. Può raggiungere e superare il metro di altezza ed è totalmente sicuro per cani e gatti anche per via dell’assenza delle spine.

Erbe aromatiche

erbe aromatiche cucina

@Brian Holm Nielsen/123rf.com

Le erbe aromatiche che tanto insaporiscono i nostri piatti sono totalmente innocue per cani e gatti e coltivarle può essere l’occasione giusta per avere sempre a disposizione aromi freschi e dal nostro piccolo orto in miniatura. Prima dell’inizio della stagione primaverile è il periodo migliore per seminare le erbe aromatiche e poterle avere tutto l’anno sul balcone o in giardino.

Se hai intenzione di abbellire la tua casa di verde ed in modo sicuro per i tuoi animali, quasi tutte queste piante non necessitato di particolari cure e sono alla portata di chiunque, quindi via al giardinaggio!

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti consigliamo inoltre:

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook