Il trucco per riprodurre il basilico all’infinito che ti salverà il portafogli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sapevi che il basilico può essere riprodotto all'infinito? Questa è una pianta tendenzialmente estiva e molto comune; si trova in tantissime abitazioni poiché è facile prendersene cura. Allo stesso tempo, però, c'è da dire che un po' di negligenza può portare il basilico a seccarsi e morire rapidamente.

In questo articolo vi illustriamo come riprodurlo potenzialmente infinite volte!

Come si riproduce il basilico?

Riprodurre il basilico è in realtà molto semplice: per fare in modo che questa pianta viva per sempre bisogna affidarsi al metodo del bastoncino, ricavando piccole talee dalla pianta madre. Queste sono delle porzioni di ramo perfette da far radicare, attenzione però: non tutte sono fatte per mettere radici e gli esperti consigliano di utilizzare solo i germogli ascellari, ovvero i getti che tendono a formarsi fra lo stelo principale e il ramo della piantina.

Cosa occorre

Per riprodurre il basilico occorrono pochi e semplici elementi:

  • Spiedini in legno;
  • Talee di basilico;
  • Vaschetta in polistirolo o in plastica;
  • Vaso dal diametro di 10 cm;
  • Cesoie ben disinfettate;
  • Terriccio

Il metodo

È vero: per riprodurre il basilico ci vuole un po’ di pazienza, ma il metodo è semplicissimo e il risultato grandioso. Innanzi tutto, come primo passaggio, è opportuno preparare le talee. Bisogna dunque ricavare un germoglio ascellare di almeno una quindicina di centimetri dalla pianta madre. Come fare? A partire dall’alto contate quattro foglioline di basilico e rimuovete le altre, in modo che la talea si concentri a mettere le radici, anziché a curare e nutrire le foglioline. A questo punto, quindi, preparate una vaschetta di plastica e foratela sui lati più lunghi. Nei buchi, poi, fate passare gli spiedini in modo da ricreare una sorta di griglia e fra un bastoncino e l’altro appoggiate le talee ricavate. Infine, aggiungete l’acqua.

A questo punto il gioco è fatto: il vostro basilico si riprodurrà autonomamente; l’importante è aspettare almeno 15 giorni affinchéle talee inizino a fare le radici. Quando cresceranno fino a due centimetri, poi, potrete metterle in vaso. Quest’ultimo deve essere piccolo circa 10 cm di diametro e coperto dal terriccio spugnoso e soffice. Una volta fatto anche questo passaggio, trasferite la talea nel vaso e lasciatela riposare in una zona ben illuminata, ma non colpita direttamente dai raggi del sole, troppo aggressivi per il basilico. L’importante è fare in modo che il terriccio sia sempre umido affinché le radici attecchiscano le terreno.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook