Fai fiorire il tuo albero di Giada attuando ora questi facili accorgimenti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L'albero di giada è una pianta succulenta che, se curata bene, può regalare una fioritura mozzafiato, a patto di creare le condizioni ideali

Se vuoi essere sicuro che il tuo albero di Giada sbocci e ti regali quei magnifici fiori a stella che l’hanno reso famoso, puoi dargli una mano ricordando qualche elemento cruciale che costituisce il suo habitat.

Per massimizzare le probabilità di avere un albero sano e in fioritura è importante mantenere le condizioni ambientali ottimali, o almeno provarci. Con questi semplici accorgimenti potrai evitare di far morire la pianta o rischiare di mandarla in sofferenza.

Quanto devo annaffiare l’albero di Giada?

Anche se potrebbe sembrare contro intuitivo, se vuoi stimolare la fioritura nel tuo albero di Giada devi innaffiarlo di meno. Questo perché nel suo ha

bitat naturale è soggetto a periodi di aridità e riprodurli darà un segnale molto chiaro all’albero: è ora di fiorire. Per cui, nel periodo antecedente la fioritura, è bene non esagerare con l’innaffiatura.

In generale, nei periodi invernali puoi dare l’acqua all’albero di Giada una volta al mese, così da nutrire per bene le foglie ma creare allo stesso tempo una condizione di aridità nel terriccio.

L’albero di Giada va protetta dal freddo?

La verità è che questo tipo di albero è molto resistente, ma non è di certo immune alle temperature rigide. Se la temperatura dovesse scendere sotto i 10 gradi tutta la pianta – dalle radici alle foglie – inizieranno a soffrire per le gelate.

Nel caso nella tua zona una temperatura molto bassa è comune, ricorda di proteggere l’albero di Giada dal freddo diretto.

Leggi anche: Piante esposte al freddo e al gelo: come curarle e salvarle

Qual è la migliore esposizione?

Sulla quantità e qualità della luce, l’albero di Giada ha delle esigenze più particolari. L’albero di Giada ha bisogno di moltissima luce, ma la luce diretta quando è troppo forte potrebbe bruciare le foglie. Per cui fai attenzione in estate alla luce diretta.

Nei mesi più freddi, tuttavia, la luce diretta è ottima perché più tollerabile dalla pianta e anzi, dovresti provare ad esporla il più possibile alla luce diretta. La fioritura è il processo di riproduzione della pianta e porta via moltissime energie, che l’albero deve reintegrare.

Quale terriccio scegliere per l’albero di giada?

L’albero di Giada è una pianta molto resistente, ma come avrai capito non può farcela da sola. Soprattutto, il terriccio che lo ospita può mancare di nutrienti e il consiglio che ti diamo è – nei periodi primaverili – potresti usare un fertilizzante liquido più o meno una volta al mese.

In questo modo, darai al terriccio tutte le risorse necessarie che l’albero di Giada userà per creare quei magnifici fiori che l’hanno reso così celebre.

Con questi piccoli accorgimenti costruirai al tuo albero di Giada un habitat molto favorevole, che farà sbocciare centinaia di fiori meravigliosi.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando in Letterature e Culture Comparate all'Università dell'Orientale di Napoli. Si occupa di letteratura, sport, cucina e ambiente, collaborando anche con una nota rivista letteraria partenopea.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook