Vastu, il Feng Shui indiano: come applicarlo in casa per attirare fortuna e felicità

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Hai mai sentito parlare del Vastu? Si tratta di un'antica scienza della costruzione e dell'abitare di origine indiana, che aiuta ad armonizzare gli spazi delle nostre case per attirare fortuna e prosperità. Scopriamo come funziona

Si chiama “Vastu Shastra“, meglio noto come il Feng Shui indiano, antica scienza vedica della costruzione e dell’abitare.

Secondo il Vastu non basta che le nostre case siano funzionali, ben fatte ed esteticamente piacevoli, ma è importante che vengano realizzate in armonia con le leggi della natura, in modo da attirare felicità, fortuna, salute.

Posizione, proporzioni, materiali, colori, tutto influisce sull’energia della casa, che a sua volta influenza chi vi abita. Stessa cosa vale per gli arredi e la distribuzione delle stanze.

Vastu: cos’è

Noto come “Yoga dell’abitare” o “Feng Shui indiano”, il Vastu è una millenaria tradizione indiana che insegna a portare armonia ed equilibrio nelle abitazioni, partendo dal presupposto che tutti noi siamo profondamente connessi allo spazio circostante.

Le somiglianze con il Feng Shui sono evidenti, entrambe le tradizioni si occupano infatti di armonizzare gli spazi attraverso i 5 elementi della materia, che se però nel Feng Shui sono acqua, fuoco, legno, metallo e terra, nel Vastu sono terra, fuoco, aria, acqua ed etere. E le differenze non si esauriscono qui.

Vastu: come applicarlo in casa

Ogni stanza necessita delle dovute attenzioni, a partire dall’ingresso, che rappresenta il punto di entrata dell’energia e che per questo dovrebbe essere posizionato a nord, a est o a nord-est. La porta corrispondente dovrebbe essere più appariscente delle altre, eventualmente decorata con targhette di buon auspicio, e davanti ad essa non bisogna collocare, come spesso accade, scarpiere o pattumiere.

Ecco altri suggerimenti utili per le varie stanze della casa:

  • Importante avere in casa anche una stanza per la meditazione e altre attività spirituali, da collocare nella parte est o nord-est.
  • Per quanto riguarda il soggiorno, in quanto stanza dove si svolgono la maggior parte delle attività, dovrebbe essere privo di ingombri, rivolto a est, a nord o a nord-est, con mobili pesanti posizionati verso ovest o sud-ovest, ed elementi elettronici verso sud-est.
  • La camera da letto dovrebbe avere pareti dipinte con colori neutri o terrosi ed essere posizionata in direzione sud-ovest, mentre il letto nell’angolo sud-ovest con la testa rivolta sempre ad ovest.
  • A proposito dei colori, secondo il Vastu quelli caldi sono adatti a stanze “accoglienti” come il soggiorno e la camera da letto, quelli freddi alle stanze dov’è richiesta maggiore concentrazione o dove bisogna svolgere attività tecniche, dalla cucina allo studio.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook