Bonus teleriscaldamento 2022: chi può usufruire dell’agevolazione e i comuni coinvolti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Contro il caro bollette il Gruppo Iren ha introdotto una nuova agevolazione: ecco tutto quello che c'è da sapere sul bonus teleriscaldamento, il contributo fino a 679 euro riservato alle famiglie con redditi bassi

Ecco il carrello smart per la spesa

È partito ufficialmente il bonus teleriscaldamento 2022. Ad annunciare lo sconto il Gruppo Iren, fornitore italiano di luce e gas e primo operatore nazionale nel settore del teleriscaldamento: l’obiettivo è quello di alleggerire po’ le bollette dei cittadini in difficoltà, sui cui stanno pesando molto i rincari degli ultimi tempi.

Ma chi potrà richiedere il contributo fino a 679 euro? L’aiuto è riservato a quei clienti che vivono nei comuni in cui sono attivi i servizi di teleriscaldamento (una forma di riscaldamento che presenta un minor impatto ambientale e combatte gli sprechi energetici, visto che non ha bisogno di una caldaia per ogni abitazione, ma trasporta il calore generato da centrali di cogenerazione). Il bonus, però, non è destinato a tutti, ma prevede dei limiti di Isee. Scopriamo tutti i dettagli di quest’agevolazione.

Leggi anche: Caro bollette, arriva il bonus una tantum da 200 euro nel Decreto Aiuti. A chi spetta e come ottenerlo

Chi sono i destinatari del bonus teleriscaldamento

Il bonus può essere richiesto da tutti i clienti domestici che hanno la propria residenza anagrafica in uno dei comuni serviti dall’azienda Iren e che hanno un contratto di teleriscaldamento per il servizio di riscaldamento o riscaldamento promiscuo per la propria abitazione.

Possono ottenerlo quei cittadini che hanno:

  • un contratto di teleriscaldamento individuale
  • contratto di teleriscaldamento centralizzato con servizio di ripartizione;
  • contratto di teleriscaldamento centralizzato.

Per usufruire dell’agevolazione, però, bisogna rientrare nei seguenti redditi:

  • indicatore ISEE non superiore a 12.000 euro
  • indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro e almeno 4 figli a carico

Questi sono i comuni in cui sono attivi i servizi di teleriscaldamento forniti dal Gruppo Iren: Beinasco, Collegno, Genova, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rivoli e Torino.

A quanto ammonta il bonus

Ma qual è l’importo del bonus? Per i clienti domestici in possesso dei requisiti viene riconosciuto un Bonus una tantum per un importo pari a:

  • 487,27 € (IVA esclusa) per le famiglie fino a 4 componenti
  • 679,09 € (IVA esclusa) per le famiglie con più di 4 componenti

Come precisato dal Gruppo Iren, lo sconto verrà riconosciuto una sola volta per nucleo familiare residente per le utenze attive nel periodo 1 ottobre 2021 – 31 maggio 2022. Il valore del bonus erogato non potrà comunque essere superiore all’importo fatturato per il servizio di teleriscaldamento nel periodo termico 2021/2022.

Come fare richiesta per il bonus

Per usufruire del bonus gli dovranno presentare la domanda accedendo all’area dedicata predisposta dal proprio comune di residenza per via telematica. La richiesta dovrà essere presentata collegandosi direttamente al sito del Comune, accedendo alla sezione dedicata (cliccando direttamente sul link di pertinenza riportato nell’elenco sottostante) e autenticandosi con le credenziali Spid.
Di seguito riportiamo i collegamenti diretti ai siti dei comuni in cui il servizio online è già attivo:

Per procedere alla compilazione della domanda serve l’ISEE aggiornato 2022 e le seguenti informazioni riportate in bolletta:

  • Codice cliente
  • Codice contratto.

Una volta completata la richiesta, sarà verificata dal comune e trasmessa a Iren per procedere con il riconoscimento del Bonus. Successivamente il Gruppo Iren provvederà ad inviare una comunicazione ad ogni richiedente con l’esito sull’accoglimento della richiesta e con l’indicazione delle modalità di erogazione del bonus entro settembre 2022. Sarà possibile inoltrare le domande fino al 31 maggio 2022 (salvo proroghe).

Come si ottiene lo sconto

Per i clienti con contratto individuale o centralizzato ripartito ed aventi i requisiti richiesti, lo sconto è corrisposto direttamente da Iren in bolletta. Invece per gli utenti con contratto condominiale centralizzato, l’agevolazione sarà corrisposta da Iren nella bolletta condominiale. Al richiedente verrà inviata un’apposita comunicazione con le indicazioni per ottenere il bonus come detrazione sulle spese di riscaldamento dal proprio amministratore di condominio. Sarà la stessa Iren a inviare la comunicazione all’amministratore di condominio, con tutte le informazioni necessarie per il riconoscimento del bonus all’interessato. Il bonus verrà erogato a partire da tre mesi successivi rispetto a quando è stata presentata la domanda. Ad esempio, se la richiesta è stata inviata il 31 maggio 2022, il bonus verrà corrisposto a partire dal 1° settembre 2022.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Gruppo Iren 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook