©Alexander Stein da Pixabay

Perché il cioccolato è veleno per il tuo cane (e non per noi)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il cioccolato è innocuo? Per noi umani la risposta è sì anche se, a dire il vero, mangiarne continuamente in quantità eccessive può provocare obesità e carie. Per i cani invece è tutta un’altra storia.

Il cacao deriva dai semi tostati della pianta di cacao che include alcuni componenti tossici, la teobromina e la caffeina. Per l’uomo è difficile raggiungere la dose letale di teobromina, e quindi morire di avvelenamento, perché bisognerebbe mangiare cioccolato come se non ci fosse un domani.

Ma le cose cambiano nel caso dei cani perché, per loro, la teobromina può essere davvero letale anche in quantità moderate. Basterebbero 100 gr di cioccolato fondente per uccidere un cane di 10 kg.

I sintomi, in caso di avvelenamento, possono iniziare entro 2 ore dall’ingestione ma può servire molto più tempo, fino a 24, perché compaiano. E questo è dovuto al fatto che i cani metabolizzano lentamente il cioccolato. Insomma, meglio assolutamente evitare!

FONTE: Psychology Today

Per approfondire:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook