Quando sei stressato, lo diventa anche il tuo cane. La conferma

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quando siamo stressati, lo sono anche i nostri cani. Un nuovo studio conferma l’incredibile connessione tra i cani e i loro proprietari.

Stress contagioso tra umani e cani

Quando attraversiamo un periodo particolarmente stressante, i nostri cani lo percepiscono e si sentono a loro volta stressati.

Non è una novità che i nostri amici a quattro zampe provino una sorta di empatia nei nostri confronti, e un’ulteriore conferma arriva da un nuovo studio pubblicato di recente su Scientific Reports.  Lo studio ha coinvolto 58 persone e i loro cani sia da compagnia sia da competizione, appartenenti alle razze Border Collie e Pastore delle Shetland.

Durante l’esperimento sono state analizzate le risposte biologiche allo stress prolungato: per valutare la risposta fisiologica allo stress di cani e proprietari, i ricercatori hanno misurato i livelli di cortisolo presenti nei capelli degli umani e nei peli degli animali.

Il cortisolo è un ormone rilasciato dalla corteccia del surrene in risposta allo stress, così che l’organismo possa adattarsi a superare momenti o periodi impegnativi dal punto di vista psicofisico.  In caso di depressione, intensa attività fisica o situazioni come disoccupazione o problemi di salute, il cortisolo aumenta per aiutare il nostro corpo ad affrontare le difficoltà.

I ricercatori svedesi hanno scoperto che quando i livelli di cortisolo aumentano nell’uomo in seguito a stress, la stessa cosa avviene nei loro cani, dimostrando un legame interspecie.

Allenarsi con il proprio cane aumenta il legame

I ricercatori dello studio svedese hanno notato che la sincronizzazione dei livelli di cortisolo è più alta tra umani e cani che svolgono attività competitiva insieme. Il legame tra cani competitivi con gli uomini sembrerebbe dunque più forte rispetto a quello che si crea con cani da compagnia. Questo potrebbe dipendere da un aumento della fiducia e del legame emotivo che si creano durante l’allenamento.

Sono state inoltre evidenziate differenze nella sincronizzazione tra cane e uomo tra cani maschi e femmine e in relazione alla stagione: la risposta allo stress dei proprietari è maggiore nei cani femmina e aumenta durante i mesi invernali.

Lo studio ha mostrato anche che se il proprietario è stressato, i livelli di cortisolo aumentano anche nel suo amico a quattro zampe ma non avviene invece il contrario. L’ipotesi è che il cane ha un rapporto di dipendenza dall’uomo, mentre l’esistenza dell’uomo non è incentrata sul cane.

Al momento non esistono però prove sufficienti a dimostrare che l’influenza sia a senso unico e nuove ricerche potrebbero dimostrare il contrario.

Ti potrebbero interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook