Come dimostrare ai figli il vostro amore incondizionato, anche senza parole

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le parole sono importanti ma lo sono anche i gesti, i modi, il tono di voce che utilizziamo rivolgendoci ai nostri figli. Certo, non si può essere sempre dolci e teneri, ma è sbagliato dare tutto per scontato, perché l’amore per i figli si nutre di piccole attenzioni quotidiane, che alla lunga fanno la differenza.

Gesti su cui abbiamo il potere di intervenire, semplicemente ricordandocene.

Sorridi

La quotidianità mette a dura prova il buonumore perché quando si hanno da sbrigare milioni di faccende, problemi, piccole e grandi seccature, non è facile rimpiazzare il broncio con un sorriso. Eppure, ogni tanto, ne vale la pena, anche solo per un attimo. Perché una risata contamina rapidamente l’intera famiglia, figli (col broncio) inclusi!

Condividi i pasti

Condividere insieme ai figli il pranzo o la cena è un piccolo rituale quotidiano che fa bene non solo alla “pancia”, ma soprattutto allo spirito. Crea unione, è una pausa ideale per confrontarsi e discutere, è un momento di amore all’insegna del buongusto. Certo, la vita non sempre lo consente, visti i tempi frenetici che corrono, ma se potete, fatelo!

Usa l’ironia

L’ironia aiuta a sdrammatizzare situazioni pesanti e momenti di tensione, e non c’è strategia migliore per affrontare la quotidianità, soprattutto quando sembra senza via d’uscita. Perché ha lo straordinario potere di strappare sorrisi persino nelle circostanze più inaspettate.

Ascoltalo

Non sempre i genitori ascoltano (davvero) i figli, ma quando ci parlano è importante prestare loro attenzione. Rischiamo, altrimenti, di trasmettere l’idea che non valga la pena starli a sentire, e non c’è cosa peggiore per la loro autostima. L’amore passa soprattutto attraverso l’ascolto.

Gioca

Da adulti è difficile riscoprire la gioia che deriva dal gioco ma i bambini, che quest’arte la destreggiano perfettamente, possono insegnarci a riscoprirla. E non c’è cosa che li faccia sentire più amati della condivisione di questi momenti, in cui il genitore ha il privilegio di accedere al loro mondo. Una concessione che spesso diamo per scontata, ma che non lo è affatto.

Accettalo così com’è

I figli, esattamente come i genitori, sono imperfetti, e volerli trasformare a immagine e somiglianza dei nostri ideali è inutile e ingiusto. Abbiamo tutti bisogno di essere amati per come siamo, vale anche per i nostri bambini, anche se a volte ce ne dimentichiamo.

Abbraccialo

Oggigiorno siamo tutti più affettuosi nei confronti dei figli, li abbracciamo, li coccoliamo, li baciamo, e questi gesti sono fondamentali per farli sentire amati, qualunque sia la loro età. Perché il contatto fisico è importante e spesso trasmette affetto molto più delle parole.

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook