C’era una volta…Dumbo

DSC 7083 3 146x200

C’era una volta…Dumbo

Anche Dumbo, il tenero elefantino volante, si era perso tra le pagine di un’altra fiaba com’era successo alla piccola Alice. Spettava a Daphne capire dove si fosse andato a nascondere. Iniziò a sfogliare i suoi libri di fiabe, fino a quando si ritrovò davanti alla sua preferita: “Mary Poppins“.

Cominciò a leggerne alcune pagine:”…e mentre Jane e Michael prendevano il thè sul soffitto con Mary Poppins, il loro amico Bert e zio Albert, furono improvvisamente travolti dallo sventolio di due orecchie giganti…”

I bambini, capitombolati per terra, alzarono la testa e rimasero a bocca aperta: era proprio lì, davanti ai loro occhi increduli, un elefantino Volante! Ah, io non c’entro! esclamò la bambinaia che non sembrava per niente stupita dell’ingombrante presenza del nuovo ospite e senza scomporsi, chiese all’elefantino di scendere giù dal soffitto.

Senza nome scandito 24 2 200x159

Dumbo non se lo fece ripetere due volte e un pò per il fatto che non sapesse volare bene, un pò per la sua innata goffagine, ruzzolò letteralmente sul pavimento di zio Albert, facendo tremare tutta la casa.

Mary Poppins lo accarezzò sulla testa e gli asciugò una lacrima che scendeva giù per la guancia. Non piangere piccolo.

Ad ogni problema c’è un rimedio! gli sussurrò dolcemente la donna e poi continuò…Noi ci conosciamo vero? Io non dimentico mai un viso! Soprattutto se si tratta di quello di un bell’elefantino come te.

E Dumbo arrossì come un peperone. Vediamo. Forse ci siamo conosciuti durante una gita in uno dei dipinti del nostro amico Bert?, domandò la bambinaia rivolgendosi al piccolo amico che la guardava perplesso. No Mary! Mai disegnati elefanti.PS 20141021085647 124x200
O almeno, mai elefanti volanti. Ma potrebbe essere un’idea…! rispose il simpatico spazzacamini riflettendo sulla possibilità di ritrarre il buffo elefantino. Per favore Bert! Lasciamo parlare il nostro amico, lo riprese la donna.

Dumbo però parlava, o almeno non sapeva parlare la lingua di Mary Poppins, ma la capiva benissimo e a sua volta cercò di farsi capire.

E poi non dimentichiamo che Mary non era una persona come tutte le altre. Lei sapeva entrare nei dipinti, sapeva volare, sapeva riordinare col solo schiocco delle dita disordinatissime camerette e sapeva parlare con gli animali. Continua…

Riuscirà la nostra piccola Salvatrice di fiabe a riportare a casa dalla sua mamma il tenerissimo Dumbo? Scoprilo con il libro “Daphne Salvatrice di Fiabe” (Midgard Edizioni).

Coop

Arrivano le ciliegie “Buone e Giuste” senza glifosato di Fior Fiore Coop

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

corsi pagamento

seguici su facebook