Rimedi naturali per tenere lontano gli insetti: la guida

insetti_rimedi

Lo sapevate che più della metà del regno animale è rappresentato dagli insetti? E il numero tende ad aumentare di giorno in giorno, motivo per cui non è difficile comprendere come mai questi minuscoli esserini diventino parte intima delle nostre case. Li troviamo nell’aria, sui tappeti, sui tavoli e negli armadi; in città come in aperta campagna ogni casa condivide molti spazi con questi piccoli e spesso invisibili invasori.

Niente contro di loro, per carità, ma diciamolo pure: gli insetti in casa non sono ospiti graditi. Allora, ecco la nostra guida con qualche trucco green per lasciarli sulla porta d’ingresso.

È vero, i rimedi più comuni sul mercato spesso sono i pesticidi, definiti dalle stesse industrie chimiche come sicuri per ambiente e salute. Ma non tutti sono d’accordo sul tema. Greenpeace su tutte mette in guardia da questi composti chimici non troppo sicuri.

Come fare, quindi, per tenere lontani gli insetti rispettando l’ambiente? Adottando rimedi naturali, non tossici e semplici da realizzare anche col fai-da-te. Le soluzioni sono tante, vediamone alcune insieme.

Rimedi naturali contro le formiche

rimedi_contro_formiche

Lo sappiamo, quando arrivano è difficilissimo mandarle via. Riescono a entrare in tutte le fessure a disposizione, invadono la cucina, le dispense, ogni angolo della casa. Come dice il detto “Prevenire è meglio che curare”, quindi, come prima linea di difesa per proteggersi dall’arrivo delle formiche, rimuovete tutto ciò che può attrarle: tenete gli sportelli e i mobiletti puliti da briciole e macchie appiccicose, chiudete il contenitore dello zucchero e mettete il barattolo del miele in un sacchetto di plastica. Eliminate tutte le possibili fonti d'acqua, come rubinetti gocciolanti o piatti lasciati ammollo durante la notte.

Se però tutte queste misure preventive non sono sufficienti, vi proponiamo altre possibili misure da prendere:

• Le formiche non amano il sapone. Tenete a portata di mano uno spruzzino con dell’acqua saponata, potete spruzzarlo sulle instancabili operaie per allontanarle.
• Posizionate delle bucce o delle fettine di cetriolo in cucina nel punto in cui vedete comparire le formiche dal muro. Molte formiche hanno una naturale avversione a questo ortaggio. PS: i cetrioli amari funzionano meglio.
• Lasciate un paio di bustine di tea alla menta in prossimità dei punti in cui le formiche sembrano più attive. La menta è un ottimo deterrente anti-formica.
• Tracciate una linea che spezza la colonna di formiche vicino al punto in cui fanno capolino. Le formiche non attraverseranno mai pepe di cayenna, olio di agrumi (che potreste immergere in un pezzo di spago), succo di limone, cannella e fondi di caffè.

• Mescolate un litro d'acqua con un cucchiaino di Borax (borato di sodio) e una tazza di zucchero. Mettete a bagno nella soluzione dei batuffoli di cotone, poneteli in un contenitore di yogurt piccolo col coperchio forato per consentire l'accesso delle formiche. Collocate il contenitore in un luogo dove vedete circolare le formiche. Il barattolino fungerà da esca per l’intera colonia di formiche e le sostanze saranno letali per i piccoli insetti. Attenzione, è importante che lo usiate solo all’interno dell’appartamento e che lo teniate lontano da animali domestici e bambini.

• Lasciate accesa nella zona di maggior attività delle formiche, per un paio di notti, una piccola luce notturna a basso voltaggio. La variazione luminosa può interrompere e scoraggiare i loro classici sistemi di foraggiamento.

Rimedi contro gli acari della polvere

acari

Visibili solo al microscopio, spesso fonte di allergie molto fastidiose, gli acari della polvere si nascondono ovunque in casa. Letti, vestiti, mobili e scaffali ne sono pieni. Quali dunque i semplici rimedi per provare a ridurre la presenza silenziosa di questi fastidiosi acari?

• Ricoprite materassi e cuscini con apposite fodere di materiale impermeabile come il goretex e dotatevi di biancheria da letto anti-allergica. Preferite sempre materiali sintetici.

• Lavate le lenzuola a temperature alte, minimo 55°. Detersivi e prodotti commerciali per il bucato, infatti, non hanno alcun effetto sugli acari, l’unico rimedio rimane l’utilizzo di alte temperature in fase di lavaggio.
• Tenere libri, animali imbalsamati (se ne avete), tappeti e biancheria polverosa in camera da letto può risultare problematico per chi soffre di allergie. Non dimenticate di lavare spesso, e in acqua calda, i peluche dei vostri bambini.
• L'acido tannico neutralizza sia gli allergeni degli acari della polvere che quelli dei peli di animali. Spargete quindi le aree molto impolverate con un po’ di acido tannico, lo troverete in commercio nei negozi di alimenti naturali e in quelli per animali.
• In casi estremi coprite materassi e cuscini con del cellofan, coperture plastificate sigillate che impediscono la penetrazione di acari della polvere. Evitate testiere del letto rivestite in tessuto.
Coprite i condotti del riscaldamento confiltri in grado di intrappolare minuscole particelle di polvere di grandezza inferiore a 10 micron.
• Evitate l'uso di umidificatori; gli acari vivono di calore e umidità.

Tenere lontano gli scarafaggi

scarafaggi2

In natura ne esistono oltre 4000 specie divise in sei famiglie. Diffusi un po’ ovunque nel mondo, se confrontati con coccinelle, api e farfalle gli scarafaggi non sono un gran esempio di bellezza. Limitandoci a quelli domestici, possiamo sicuramente dire che la miglior difesa sono innanzitutto una cucina e un bagno puliti. Se gli scarafaggi sono un problema nel vostro appartamento, pulite bene la zona interessata e sigillate sempre il sacchetto dell’aspirapolvere prima di buttarlo.

Altri rimedi?
• La sabbia di diatomee è un'alternativa sicura, può essere spruzzata in aree dove gli scarafaggi si riuniscono, soprattutto le aree più nascoste come il retro del gabinetto e dietro agli elettrodomestici. Innocua per le persone, per gli scarafaggi è letale, le sue minuscole particelle tagliano l'esoscheletro ceroso dell’insetto e lo uccidono entro 48 ore.

Per una settimana dopo il trattamento gli insetti subiranno una maggiore disidratazione e cercheranno le fonti d’acqua, risultato è che potreste vederne in numero maggiore nella vostra casa. Ma non preoccupatevi, ci vorrà un trattamento di circa due settimane per estirpare alla radice il problema e non vedere più questi insetti in casa vostra.

• L'erba gatta è un repellente naturale per gli scarafaggi. Il principio attivo è costituito da nepetalactone, che non è tossico per gli esseri umani e per gli animali domestici. Potete mettere piccole bustine di erba gatta nelle aree di attività degli scarafaggi. L’erba gatta può anche esser cotta in una piccola quantità di acqua per farne una specie di infuso che verrà poi utilizzato come spray da applicare intorno al battiscopa e dietro ai contatori. Ricordatevi che questo repellente naturale deve essere usato solo in case senza gatti!
• Il sapone non delude nemmeno in caso di scarafaggi. Tenete un flacone spray di acqua saponata a portata di mano. Spruzzate la miscela acqua-sapone sugli scarafaggi, sarà per loro letale.
• Lasciate delle foglie di alloro, delle fette di cetriolo o qualche spicchio d’aglio nella zona interessata, saranno degli ottimi deterrenti naturali.

• È un fatto poco noto che gli scarafaggi adorino i luoghi alti. Ma vedrete che, se mettete dell'acido borico sulla superficie superiore dei vostri mobili da cucina, oppure nello spazio che rimane tra l’armadio e il soffitto, gli scarafaggi porteranno l'acido borico con se fino ai loro nidi, condannando così tutti gli altri esemplari. Un po’ meno innocuo degli altri rimedi, perché tossico se ingerito per via orale, l'acido borico è un rimedio estremo, che va tenuto lontano dalla portata di bambini e animali domestici.

Rimedi naturali contro le pulci

pulci

Le pulci solitamente entrano nelle vostre case attraverso i vostri animali domestici o quelli dei vostri ospiti. Ricordatevi che, per ogni pulce sul vostro cane o gatto, potranno esserci fino a 30 pulci in più nel vostro ambiente domestico. Quindi, come disfarsi di questa indesiderabile presenza? Prima di usare qualsiasi tipo di pesticida, provate questi rimedi, semplici e più sicuri:

• Lavate e pettinate regolarmente il vostro amico a quattro zampe. Utilizzate un sapone neutro, non degli insetticidi. Se le pulci si trovano sul pettine, immergete il pettine in un bicchiere d'acqua saponata.

• Gli agrumi sono un deterrente naturale delle pulci. Versate una tazza di acqua bollente sopra qualche fetta di limone, ed includete anche la buccia del limone, contribuisce a liberare più olio d’agrume. Lasciate questa miscela a bagno per tutta la notte, poi passate la spugna sul vostro cane per uccidere le pulci all'istante. Una raccomandazione però, non utilizzate l'olio di agrumi sui gatti perché potrebbe provocare irritazioni.
• Al cibo dei vostri animali domestici aggiungete un po’ di lievito di birra e aglio, oppure dell’aceto di mele. Attenzione, nonostante le sue proprietà benefiche, è meglio non dare aglio crudo al vostro micio perché potrebbe avere effetti collaterali indesiderati.
• Shampoo di cedro, olio di cedro e materassi trattati col cedro sono disponibili in commercio. Il cedro è in grado di respinge molti insetti tra cui le pulci.
• Pulci nel tappeto del soggiorno? Armatevi di aspirapolvere e passatela in particolare nelle zone con minor traffico, come le parti che confinano sotto i mobili. Aspirando il tappeto rinchiuderete tutte le pulci all’interno del sacchetto della vostra aspirapolvere. Sostituite subito il sacchetto e buttatelo all’interno di un bidone della spazzatura all’aperto, gran parte dei vostri indesiderati ospiti saranno così eliminati.
• Create una trappola per pulci fatta in casa. Usate un ampio tegame poco profondo, riempitelo per metà con acqua saponata. Posizionatelo sul pavimento e ponete una lampada accesa sopra l’acqua. A causa del calore della lampada le pulci salteranno nell’acqua ed il detergente impedirà alla pulce di risaltare fuori dalla padella intrappolandole .
• Nel cortile o in giardino, seminate delle piante ‘respingi pulci’. Molte specie hanno una crescita annuale di una ventina di centimetri e producono dei fiori molto belli tra cui margherite e viole.

• Trappole atossiche per pulci sono disponibili in commercio. Molte di queste trappole sono poco costose e molto efficaci.
• Per il controllo a lungo termine e non tossico delle pulci, cospargete i luoghi in cui vi può essere la presenza di questi insetti con della terra di diatomee. Potete strofinare con la stessa sostanza anche la pelliccia del vostro gatto o del vostro cane.

(Leggete anche come rimuovere correttamente una zecca)

Rimedi naturali contro le zanzare

rimedi-contro-zanzare

La prima linea di difesa contro le zanzare consiste nel sigillare e chiudere il più possibile i loro punti di accesso all’appartamento. Solitamente le zanzare sono maggiormente attive al mattino presto e a inizio serata. Una domanda sorge spontanea, perché cercano rifugio nelle nostre case? È semplice, le stanze dell’appartamento sono per loro ambienti tranquilli, luoghi di rifugio dalla brezza esterna. Quindi fate attenzione a tener chiuse porte e finestre sul lato della casa esposto alla brezza.

Vediamo alcuni semplici rimedi per non farle entrare in casa:
• Come prima cosa potete eliminare qualsiasi fonte di acqua stagnante. Cambiate spesso l’acqua delle gabbiette per uccellini, quella delle piscine per bambini e la ciotola dell'acqua degli animali domestici, almeno due volte alla settimana. Mantenete la vostra grondaia pulita e ben drenata. In cortile rimuovete tutti i possibili elementi e contenitori che raccolgono acqua piovana.
Se utilizzate il barbecue, gettate un po'di salvia o rosmarino sulla brace per respingere le zanzare.
• Come i vampiri, anche le zanzare odiano l’aglio. Potete creare un efficace repellente naturale mescolando una parte di succo d’aglio con 5 parti d’acqua in una bottiglia a spruzzo di piccole dimensioni. Agitate bene prima dell'utilizzo, spruzzatelo leggermente sulle vostre parti del corpo più esposte alle zanzare, è un ottimo repellente che ha efficacia per un massimo di 5 - 6 ore. Potete anche immergere in questa miscela qualche striscia di stoffa e appenderla in aree aperte come giardini, cortili, terrazze. Tutti i repellenti a base d’aglio disponibili in commercio respingono le zanzare e le loro larve fino ad un periodo di quattro settimane.

Conoscete l’olio di Neem? È un olio vegetale naturale estratto dall'albero di Neem che si trova in India. Le foglie e i semi da cui viene estratto l’olio contengono un composto che ha proprietà repellenti contro le zanzare. L’olio di Neem è un prodotto naturale e sicuro da usare.
Piantate delle calendule attorno al cortile, funzionano come repellente naturale contro gli insetti in generale, i fiori infatti emanano un profumo sgradevole per gli insetti volanti.
• Sono sicure, non tossiche e sono disponibili in commercio, stiamo parlando delle trappole per gli insetti a base di feromoni.

• Altro rimedio ecologico per eccellenza, che però non dipenderà da voi, è dato dai pipistrelli. In molte zone all’aperto alcune specie di pipistrelli potranno aiutarvi a combattere gli insetti, infatti sono in grado di mangiare fino a 500 - 1000 zanzare al giorno.
• Altro rimedio anti zanzare sono le classiche trappole elettriche. Questa tipologia di trappole non usa nessun tipo di prodotti chimici, né tantomeno gas propano.
• Se non siete riusciti ad allontanarle e verrete punti, l’ultima spiaggia a cui potete appellarvi sono le svariate creme biologiche anti prurito da puntura. Magra consolazione, ma almeno non avrete eliminato nessun piccolo esserino alato.

Per chi non lo sapesse, moltissimi prodotti repellenti contro gli insetti contengono il DEET ossia la dietiltoluamide; una sostanza insetto-repellente molto efficace che si presenta sotto forma di liquido un po' oleoso, incolore ed inodore. Protegge per 4-8 ore ed è più resistente al calore rispetto ad altri prodotti. A questo punto la domanda che sorge spontanea è:

Ma il DEET è sicuro?

Questo prodotto chimico viene assorbito molto facilmente dalla nostra pelle, e deve essere usato con cautela. Infatti i più comuni effetti indesiderati causati dal DEET sono le eruzioni cutanee, gonfiori, pruriti ed irritazione agli occhi. Per farne un uso sicuro adottate alcune piccole precauzioni:

• Sui bambini sono consigliati prodotti che non contengano DEET in percentuale superiore al 10%.

• Fate attenzione a non applicarlo in prossimità di occhi e bocca.

• Le lozioni o creme possono essere applicate più facilmente rispetto agli spray, che spesso non danno possibilità di controllo sul getto che emettono.

• Se vi trovate in aree con alta concentrazione di zanzare, se possibile, meglio indossare abiti a manica lunga e pantaloni piuttosto che stare svestiti e ricoprirsi di DEET come precauzione.

Gli esperti avvertono che i prodotti repellenti contenenti DEET non devono essere usati in combinazione con le creme solari, e soprattutto non devono essere applicati troppo spesso. Usateli solo negli orari più critici della giornata.

La citronella

Proviene da un’erba thailandese ed è un efficacissimo repellente naturale contro gli insetti e le zanzare in particolare. La citronella è un olio naturale, facilmente acquistabile nei supermercati e nei negozi per giardinaggio, che cresce in cespugli. Per usarla come repellente anti-zanzare rompete un gambo fuori dal ciuffo e togliete le foglie fino a quando non trovate lo scalogno alla base dello stelo. Strofinatelo tra le mani e in poco tempo ricaverete un succo polposo che potrete spalmare su tutte le parti esposte della pelle.

La citronella è acquistabile anche in spray e applicatori già confezionati.

Altri rimedi naturali

• Utilizzate la menta come repellente contro le mosche. Bustine di menta schiacciata possono essere posizionate in casa per scoraggiare i volatili.
• Foglie di alloro, chiodi di garofano ed eucalipto avvolti in piccoli quadrati di stoffa possono essere appesi alle finestre aperte o sulle porte.
• Posizionate aperto un piccolo contenitore di basilico e trifoglio vicino al cibo per animali o agli alimenti aperti che si trovano in casa.
• Volete una semplice ricetta moschicida? Mescolate 1/4 di tazza di sciroppo, 1 cucchiaio di zucchero semolato e 1 cucchiaio di zucchero di canna in una piccola ciotola. Tagliate delle strisce di carta kraft ed immergetele in questa miscela. Lasciatele asciugare per una notte. Fate poi un piccolo foro nella parte superiore di ogni striscia e appendetele con spago o filo.

Svariati sono i rimedi per le principali specie di insetti e parassiti che abbiamo elencato. Ricordate che un buon rimedio naturale è sempre consigliato, non inquina, non è tossico e ci garantisce maggior sicurezza di utilizzo. Se lo associate alla sua efficacia, avrete risolto senza rischio le scomode invasioni nel vostro appartamento.

E se nonostante tutto ci hanno punto? Leggete i nostri rimedi naturali contro le punture di zanzara

Serena Bianchi