Mai più test crudeli sui 16 macachi dell’Università di Modena: dalle gabbie alla libertà (VIDEO)

Macachi vivisezione

Goodnews! Niente più macachi torturati all’Università di Modena!

In attuazione del protocollo di intesa del Comune di Modena con l’Università, d’ora in poi, liberi e felici, i 16 macachi dello stabulario modenese che erano sottoposti a test crudeli hanno una nuova casa.

LEGGI anche: VITTORIA! FUORI DALLE GABBIE DEI LABORATORI I 16 MACACHI DELL’UNIVERSITÀ DI MODENA (VIDEO)

E così ora vivranno nel Centro di recupero animali selvatici ed esotici di Semproniano, in Maremma, che lavora da 20 anni per il recupero e la gestione proprio degli animali esotici e collabora con il Corpo Forestale dello Stato nel caso di animali sequestrati.

LEGGI anche: #SALVIAMOIMACACHI: 90 PARLAMENTARI SCRIVONO AL RETTORE DELL’UNIVERSITA’ DI MODENA PER LIBERARLI

Un risultato davvero storico, reso possibile da anni di dura lotta del coordinamento “Salviamo i macachi“, grazie al sostegno di migliaia di cittadini.

Nelle prime importanti settimane, i macachi dovranno affrontare un periodo di adattamento, per sentirsi al sicuro, protetti e riuscire a conoscere e riconoscere la loro nuova casa.

Quello che ci voleva, insomma, per dimostrare ancora una volta che senza vivisezione si può fare ricerca comunque, un cambiamento forte che può dare una speranza alle tante vittime della vivisezione che ancora, ahimè, ci sono, e anche, perché no, per dare una strada nuova, più coscienziosa e illuminata, alla ricerca stessa.

Germana Carillo

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

Yves Rocher

Premio Terre de Femmes e l’impegno di Yves Rocher nella tutela dell’ambiente

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Seat

Auto a metano, il self service darà una nuova spinta?

corsi pagamento

seguici su facebook