Il gallo Maurice vince in tribunale: potrà continuare a cantare!

gallo-francia

Ricordate la storia di Maurice, il gallo trascinato in tribunale perché colpevole di cantare troppo? Brutte notizie per i vicini, perché la sentenza stabilisce che potrà continuare a farlo.

Maurice non smetterà di cantare. Cos’era successo?La vicenda è diventata un vero e proprio caso nazionale. Il gallo vive in una fattoria sull’isola di Oléron in Francia. La sua colpa è quella di cantare troppo e troppe volte al giorno, così i vicini di casa della proprietaria del gallo, Corinne Fesseau, sono arrivati fino al tribunale.
La coppia di pensionati dopo aver intimato a Corinne di far smettere il suo gallo, non ha sentito ragioni, intentando una casa al Tribunal de grande instance di Rochefort.

Adesso arriva la sentenza, ma dà ragione a Maurice.

“Maurice ha vinto e i querelanti dovranno pagare alla proprietaria mille di danni”, ha detto l’avvocato Julien Papineau.

Papineau ha spiegato che Maurice ha vinto perché “nel diritto francese occorre dimostrare una molestia e questo non è stato fatto”.

“Tutti di conseguenza saranno protetti: le campane, le rane…”, tutti i protagonisti di battaglie legate ai rumori di vicinato.

Chiaramente tra le proteste dei vicini di casa che si dovranno rassegnare al ‘chicchirichì’ di Maurice, considerato simbolo delle tradizioni rurali.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Ecotyre

Da Gomma a Gomma: lo pneumatico verde tutto italiano realizzato con materiali riciclati

Coop

Dopo uva, meloni e ciliegie, anche le clementine dicono addio al glifosato

tuvali
seguici su Facebook