Si Bao: la cagnetta senza zampe ora adottata e testimonial delle campagne contro il randagismo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La randagina senza zampe Si Bao, il cui salvataggio aveva catturato cuori in tutto il mondo, ora ha un ruolo importante nella lotta contro la crudeltà verso gli animali. Il cane, che mendicava cibo per sé e per i propri cuccioli in una stazione ferroviaria cinese, è stato adottato felicemente ad Hong Kong e ora è diventato un ambasciatore per gli altri cani in difficoltà.

Si Bao, che ora si chiama Lelli, sarà infatti il volto dell’iniziativa Dr Dog di Animals Asia, che mette in contatto i cani senza casa con le persone bisognose. In questo modo si contribuisce anche a promuovere i cani come “amici” e non cibo, parte del lavoro di Animals Asia contro il commercio della carne di cane.

Si Bao ha perso entrambe le zampe posteriori quando è stata investita da un treno. Incredibilmente, nonostante l’incidente – nessuno sa esattamente come sia sopravvissuta – ha anche dato alla luce e curato diverse cucciolate. La sua storia incredibile è finita sui titoli dei giornali di tutto il mondo l’anno scorso e questo le ha salvato la vita.

randagio cina

randagio cina3

Jill Robinson, fondatrice di Animals Asia, ha seguito la vicenda e, con l’aiuto del personale cinese, ha rintracciato Si Bao e suoi cuccioli. Curata e amata, oggi vive insieme agli altri cani e gatti salvati di Jill. Purtroppo solo uno dei suoi quattro piccoli è sopravvissuto al cimurro. È stato ricoverato ma ancora porta i segni neurologici causati dalla malattia e di frequente “dondola il capo”, anche se per il resto è felice e sta bene.

È stata Lesley che ha soprannominato Si Bao “Lelly”, ricordando il suo nome d’infanzia. Il cucciolo di Lelly è stato invece chiamato Muddie – in omaggio a Eddie e Muppet – due cani salvati nei mercati della carne da Jill.

si bao

“Sono assolutamente delle piccole star e a malapena riuscireste a immaginare quale terribile vita hanno dovuto sopportare, rovistando nelle strade. Muddie è davvero birichina e anche se la madre prova a tenerla a bada lei piange in giro per la casa creando non poco scompiglio dovunque vada. Ogni piccolo oggetto ornamentale di legno è stato morso, nonostante abbia a disposizione caterve di giocattoli e peluche imbottiti per tenerla impegnata”, spiega Jill.

Roberta Ragni

Leggi anche:

10 toccanti storie di animali salvati da protesi e carrellini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook