Women in coffee, il progetto che sostiene il ruolo delle donne che lavorano nelle piantagioni di caffè

vergnano-women-in-coffee

Vi siete mai chiesti da dove arriva il caffè che beviamo ogni giorno e chi effettivamente si occupa di raccogliere e lavorare la materia prima nelle piantagioni? Probabilmente sapete che il caffè arriva da paesi molto lontani da noi ma quello che quasi sicuramente vi sfugge è che le protagoniste della sua produzione sono, nella maggior parte dei casi, donne!

Sui circa 125 milioni di coltivatori di caffè nel mondo, ben 87,5 milioni sono donne (si tratta del 70% della forza lavoro). La loro condizione, però, è spesso poco valorizzata e, nonostante abbiano un ruolo fondamentale nel sostenere la propria famiglia, hanno non poche difficoltà a raggiungere l’indipendenza economica.

Una zona importante di produzione del caffè si trova nella Repubblica Dominicana e, in questo paese, il 35% dei piccoli produttori di caffè è rappresentato proprio da donne che spesso risultano essere sottopagate e non ricevono adeguati supporti e finanziamenti per la loro attività.

A loro ha pensato quindi Caffè Vergnano, con Women in Coffee, il progetto di charity il cui obiettivo è quello di raccogliere fondi, promuovendo così l’equità di genere e l’empowerment di 20 donne produttrici di caffè con l’obbiettivo di aumentare il numero di donne che beneficeranno dei risultati del progetto in futuro.

“È un progetto il cui obiettivo è raccogliere fondi e sostenere progetti concreti, magari piccoli, ma che possono fare davvero la differenza per qualcuno.”

Racconta Carolina Vergnano, Responsabile Export di Caffè Vergnano e prima sostenitrice del progetto

Come raggiungere l’obiettivo? Con una semplice tazzina rosa, simbolo del progetto Women in Coffee che, la più antica torrefazione d’Italia, ha dedicato proprio alle donne produttrici di caffè.

Il primo obiettivo fissato per il 2019 è raccogliere quanto necessario a sostenere l’avvio di una microtorrefazione che sarà gestita da 20 donne dell’associazione ADOMUCA (Associazione dominicana delle donne del caffè) nella Contea di Hondo Valle.

Si tratta di 10mila dollari che serviranno ad acquistare la tostatrice, utile alle donne per lavorare la materia prima e aprire così il proprio laboratorio dove non solo tostare ma anche macinare e impacchettare il caffè.

women-in-coffee

Il progetto da sostenere è stato individuato insieme all’IWCA, International Women in Coffee Alliance, organizzazione no-profit che supporta in tutto il mondo le donne che lavorano nella filiera del caffè.

Ma come possiamo aiutare questa bella iniziativa? Basta acquistare uno o più prodotti della Pink Capsule Collection.

La Pink Capsule Collection di Vergnano che aiuta le donne

women-in-coffee

Vergnano ha lanciato la Pink Capsule Collection, una collezione tutta al femminile in vendita sull’eshop della nota azienda. I prodotti che si possono acquistare per aiutare il progetto cambieranno nel corso dell’anno (in modo da offrire sempre opportunità nuove ai clienti) ma l’obiettivo rimarrà fisso: una percentuale sarà devoluta a favore delle donne che lavorano nelle piantagioni.

Di quali prodotti parliamo? Ovviamente tutto quanto ruota intorno al mondo del caffè: tazzine, moka, mug ma anche le nuove lattine realizzate in collaborazione con Mimi Thorisson. C’è poi lo stiloso charm a forma di tazzina, il grembiule da cucina e la borsa Laura Zagari in juta.

La raccolta fondi sarà incrementata ulteriormente da alcuni corsi che l’Accademia Vergnano proporrà a chi avrà piacere di parteciparvi. Seguendo il profilo IG dell’Accademia è possibile restare informati sui tutti i corsi che vengono organizzati.

L’obiettivo è, giorno dopo giorno, sempre più vicino (attualmente Vergnano ha già raccolto 6.126,11 euro)! Non resta ora che dare il nostro contributo per migliorare il tenore di vita di queste donne che lavorano duramente per far sì che non ci manchi mai la nostra bevanda preferita.



Coop

Le bottigliette d’acqua riciclate del Jova Beach Party diventano t-shirt sportive

Salugea

Come fare incetta di vitamina D in inverno per evitare una carenza

Florena Fermented Skincare

Cosmetici naturali fermentati: cosa sono e perché sono così efficaci per la cura del viso

Hello Fish!

Preservare i nostri mari un passo alla volta, a partire dalla stagionalità del pesce

Seguici su Instagram
seguici su Facebook