Seattle, arriva la multa per chi getta il cibo nella spazzatura

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quanto cibo buttiamo ogni giorno nel cassonetto? Forse non ce ne rendiamo conto, ma secondo i dati del rapporto Waste Watcher 2015, in Italia finiscono nella spazzatura circa 13 miliardi di euro l’anno, in pratica una famiglia butta circa 6,7 euro di alimenti ogni settimana.

Per evitare questo enorme spreco alimentare a Seattle, città degli Stati Uniti, l’amministrazione comunale a iniziato a ispezionare i cassonetti posti fuori dalle case dei circa 650mila abitanti e ha iniziato a multare tutti coloro che buttano il cibo.

Con questa azione, il Comune cerca di sensibilizzare i cittadini sia sulla lotta allo spreco alimentare, sia sulla buona pratica della raccolta differenziata, sperando di passare dal 56% del riciclo al 65%, riducendo così di 38mila tonnellate i rifiuti gettati nella discarica dell’Oregon.

L’ordinanza è in vigore da gennaio, ma attualmente è solo una politica di avvertimento. Da luglio però si passerà all’azione, sia cittadini che imprese di Seattle dovranno pagare multe che arrivano fino ai 50 dollari.

I sacchetti che contengono cibo saranno contrassegnati da un adesivo rosso e saranno la prova schiacciante che la famiglia o l’impresa ha gettato il cibo nel cassonetto.

Lavorare sugli sprechi alimentari deve diventare la priorità di ognuno, cominciando dal proprio piccolo, perché i consigli per ridurli di certo non mancano. A partire dalla lista della spesa con l’acquisto di ciò che ci serve fino alle ricette con gli avanzi.

Insomma speriamo che anche nel nostro Paese, ci si renda conto che non bisogna buttare e sprecare il cibo a prescindere e non per paura di beccarsi una multa.

Dominella Trunfio

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook