Salta il viaggio a Parigi e organizza la proposta di matrimonio sotto una Tour Eiffel improvvisata

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La pandemia di Covid-19 ci ha colti impreparati e ha costretto tutti a rivedere i propri programmi. E anche chi aveva pianificato un viaggio sognato da tempo ha dovuto annullare la partenza. Fra tanta gente demoralizzata, però, c’è chi non si è perso d’animo come Luke, un ragazzo che vive a Fredericksburg in Virginia, che ha deciso di fare la proposta di matrimonio alla sua fidanzata sotto una Tour Eiffel improvvisata!

Che Parigi è la città dell’amore per antonomasia è noto a tutti, così la coppia aveva organizzato per il mese di marzo una fuga romantica nella capitale francese.

“Luke e io avevamo programmato un grande viaggio a Parigi per andare a trovare mia sorella che abita lì. La settimana prima della partenza è stata molto stressante e non eravamo più sicuri che fosse responsabile andare in vacanza con tutto ciò che stava accadendo intorno a noi. Nonostante non avessimo intenzione di rinunciare ai nostri piani e l’incertezza riguardo al rimborso, il giorno prima abbiamo deciso di annullare la partenza per tutelarci e tutelare gli altri”,

ha spiegato Erika, la fidanzata di Luke, al magazine Bored Panda.

Erika, che insegna inglese al liceo, sognava da tempo questo viaggio in Francia e sentiva che sarebbe stato indimenticabile.

“Luke e io ci frequentiamo da oltre quattro anni, quindi ho avuto la sensazione che Parigi sarebbe stata molto romantica e speciale, e speravo che potesse accadere qualcosa di straordinario lì.”

ha raccontato la ragazza.

Ma Luke ha trovato il modo di rendere indimenticabile la proposta di matrimonio, ricorrendo alla sua creatività per portare un po’ di atmosfera parigina letteralmente due passi da casa, a Fredericksburg.

“Una settimana dopo la partenza del nostro aereo e alla fine della nostra quarantena, Luke mi ha detto che stava andando a fare una passeggiata nel centro di Fredericksburg con suo fratello. Ho pensato che fosse un po’ strano visto che non gli piace correre o allenarsi, specialmente un venerdì sera dopo aver lavorato a casa tutta la settimana. Al suo ritorno mi ha chiesto se volevo fare una passeggiata al centro e ho accettato”,

prosegue la giovane insegnante.

È in quel momento che Erika si è ritrovata catapultata in una sorta di commedia romantica:

“Mi ha portato nel vicolo che portava a Market Square, dove aveva disegnato con gesso un’enorme Tour Eiffel e l’Arc de Triomphe. Aveva posizionato anche delle rose intorno alla base della Tour Eiffel e mi ha accompagnata in quel punto. Proprio lì si è inginocchiato per chiedermi di sposarlo! È stato così dolce e premuroso”.

Insomma, il coronavirus potrà anche riuscire a far saltare i viaggi e i programmi, ma non l’amore. In fondo bastano un po’ di spirito d’adattamento e di fantasia per rendere memorabili i nostri momenti persino in questa fase così difficile per tutti. E in certi casi, come ci si insegna Luke, se Maometto non va alla montagna, sarà la montagna ad andare da Maometto!

Fonte: Twitter/Bored Panda

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook