Questa prof sta insegnando al suo alunno cieco la geografia utilizzando materiali tattili al 100%. I risultati sono sorprendenti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Questa professoressa di geografia del Mario Schenberg College, a Carapicuiba (SP), non se la sentiva proprio di lasciare indietro Nathan, studente cieco che, a causa del suo problema, faticava a stare al passo con la classe. Così Fabiana Rocha, questo il suo nome, anziché scoraggiarsi ha pensato a una soluzione che si è rivelata vincente: utilizzare materiali tattili.

Materiali tattili

Come racconta sul proprio profilo Facebook, Fabiana ha conosciuto per la prima volta Nathan 4 mesi fa sentendo da subito la necessità di trovare un metodo adeguato per aiutarlo a comprendere le lezioni:

“Chi mi conosce sa quanto amo essere insegnante e come non riesco a concepire l’idea che uno studente venga escluso in qualche modo dalle mie lezioni e dal processo di insegnamento e apprendimento.”

Un bel giorno le è venuta un’idea, utilizzare materiali tattili come piramidi di lego, mappe divise con granelli di fagioli e mais, grafiche con texture diverse, che aiutassero Nathan ad apprendere gli insegnamenti con più facilità. E al momento della valutazione, grazie a questo metodo alternativo, Nathan ha fatto incredibili passi avanti.

Per ringraziarla, dopo aver pianto di gioia, le ha dedicato un quadro che non raffigura però il suo volto perché, come le ha confessato, quando pensa al suo viso “non vede occhi, naso e bocca ma una luce”. Brava Fabiana e bravo Nathan!

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Photo Credit: Facebook

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook