Naoto Matsumura, l’ultimo uomo di Fukushima che salva gli animali (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Qualcuno lo chiama l’uomo radioattivo, ma la sua salute in realtà è di ferro. Si tratta di Naoto Matsumura, l’unico essere umano che ha avuto il coraggio di continuare a vivere nella zona di esclusione di Fukushima, dopo l’incidente nucleare dell’11 marzo del 2011.

Qui la sofferenza e i danni per gli uomini sono incalcolabili. Ma anche gli animali hanno sofferto molto e in pochi se ne sono occupati. In moltissimi sono stati lasciati dagli ex 17mila abitanti nella zona radioattiva, abbandonati a sé stessi. In centinaia sono rimasti soli. L’unico a curarsi di loro è stato proprio Naoto Matsumura, un ex operaio edile rimasto per prendersi cura di loro, indifesi e incapaci di procurarsi cibo e cure.

uomo radioattivo

uomo radioattivo2

uomo radioattivo3

Tutto è iniziato durante l’evacuazione, quando gli abitanti furono fatti allontanare e, pensando che sarebbero presto tornati, hanno lasciato i loro animali nelle case. Ma questo non è accaduto. E da allora l’uomo ha iniziato a portare loro cibo e acqua nella città fantasma, nel silenzio più disarmante e surreale, vivendo senza elettricità e acqua corerente, completamente solo.

Proprio come Keigo Sakamoto, 58 anni: anche lui ha sfidato apertamente l’ordine di lasciare le contaminate terre di Fukushima, devastate dal terribile incidente nucleare dell’11 marzo 2011, per prendersi cura degli animali abbandonati.

uomo radioattivo 4

uomo radioattivo6

O quasi. A dipendere da lui ci sono circa 200 animali, tra cani, gatti, bovini e struzzi. Oggi è conosciuto come il ‘guardiano di animali di Fukushima’. Quattro anni dopo continua a la sua missione, portando la sua testimonianza di sopravvissuto e di strenue oppositore del nucleare in tutto il mondo.ha rischiato la sua vita per solidarietà con gli animali e la natura.

Roberta Ragni

Photo Credit

Leggi anche:

Fukushima: l’uomo rimasto per salvare gli animali abbandonati (FOTO)

Le surreali citta’ fantasma post Fukushima (FOTO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook